Sicurezza pubblica: applicazione di provvedimenti di prerogativa del Questore

0
1332

Nell’ambito di una sistematica attività finalizzata a prevenire la commissione di reati in genere e colpire quei soggetti che, per tenore di vita e pregiudizi di polizia, appare verosimile possano continuare a delinquere mettendo in pericolo il vivere ordinato e sereno della collettività, la Polizia di Stato ha condotto nelle ultime settimane un’attenta attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni illeciti che hanno portato all’irrogazione di numerosi provvedimenti di prerogativa del Questore. In particolare sono stati adottati:

• 2 provvedimenti Da.CUR (cd Daspo Willy), su proposta della Divisione di Polizia Anticrimine della Questura di Avellino, nei confronti di due soggetti pregiudicati, dimoranti in provincia, rispettivamente di 50 e 29 anni, indagati per reati di tentata estorsione, lesioni personali e danneggiamento in concorso, ai danni del titolare di una bar, sito in Mercogliano, il quale tra l’altro era stato aggredito e refertato presso il locale nosocomio per lesioni subite;

• 2 avvisi orali di cui il primo su proposta del Commissariato di Cervinara nei confronti di un soggetto con a carico pregiudizi per percosse, minacce, diffamazione, calunnia e violenza, lesioni personali e circonvenzione di persona, l’altro invece su proposta dei militari dell’Arma di Carabinieri di Montella, nei confronti di una persona con a carico pregiudizi per rissa, stupefacenti ed oltraggio. In entrambi i casi i soggetti sono stati ritenuti idonei a fondare giudizio di pericolosità e di allarme sociale, entrambi identificati nel corso dell’attività di controllo del territorio;

• 2 avvisi orali su proposta dei militari dell’Arma de Carabinieri di Baiano, nei confronti di due soggetti indagati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di coltelli a serramanico, tirapugni e cartucce a pallini cal. 36. All’irrogazione dei provvedimenti si è giunti a seguito di perquisizione domiciliare nel corso della quale venivano rinvenute alcune dosi di sostanza psicotropa del tipo hashish nonché due piante di cannabis in piena fioritura;

• 2 avvisi orali, su proposta della Divisione di Polizia Anticrimine nei confronti di due soggetti di Avellino, indagati per reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due giovani pochi giorni orsono erano stati tratti in arresto da personale della Squadra Mobile perché colti in flagranza di reato, intenti a spacciare hashish: nella circostanza a seguito di perquisizione personale venivano trovati in possesso di nove stecche di hashish mentre la successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire, oltre a denaro in contanti per 250 euro anche due panetti della medesima sostanza, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle singole dosi;

• 1 avviso orale, su proposta della Divisione di Polizia Anticrimine, per un 63enne del capoluogo, gravato da precedenti specifici, destinatario nel decorso mese di novembre, della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa ed ai propri congiunti, ai luoghi frequentati dagli stessi con l’ulteriore divieto di comunicare con i predetti con qualsiasi mezzo;

• 2 avvisi orali, sempre su proposta della Divisione di Polizia Anticrimine, nei confronti di due giovani, 19enne l’uno, 27 l’altro, che nel decorso mese di ottobre erano stati tratti in arresto in quanto indagati per aver danneggiato, per futili motivi, alcuni componenti presso un’area di servizio dando fuoco nella circostanza all’autovettura del titolare dell’attività.