Sibilia (M5S): “Dopo Roma e Torino, siamo pronti a governare in Irpinia e Sannio”

0
154

“Se si dovesse votare adesso per il rinnovo dei consigli comunali in Irpinia e nel Sannio, di sicuro il Movimento Cinque Stelle vincerebbe senza problemi. Ormai la fase di cambiamento è iniziata e noi siamo pronti a governare”. Lo afferma Carlo Sibilia, deputato e membro del direttorio del Movimento, a margine della conferenza stampa che questa mattina si è tenuta a Benevento, presso la Rocca dei Rettori.

L’incontro con i giornalisti è servito, innanzitutto, a presentare i nuovi consiglieri comunali: Marianna Farese e Nicola Sguera (Benevento), Francesca Maio (San Giorgio del Sannio), Bartolomeo Laudando (Airola), Paolo De Falco e Paola de Cunzo (Monteforte Irpino). Inoltre è stato il momento opportuno per mettere in campo l’impegno per la gestione pubblica del servizio idrico in Campania e per gli strumenti di democrazia diretta come i referendum comunali.

“I nostri consiglieri – spiega Sibilia – si batteranno insieme per l’acqua pubblica e per la partecipazione dei cittadini. Sono due battaglie fondamentali nell’ottica di una visione condivisa della gestione della cosa pubblica. Non possiamo consentire che una delle nostre risorse più importanti cada in mano ai privati il cui unico scopo è il profitto, così come dobbiamo fare in modo che le istituzioni si aprano ai cittadini, dialoghino con essi e li lascino esprimere e decidere su temi che toccano da vicino la loro qualità della vita”. Nei prossimi giorni, quindi, il Movimento Cinque Stelle presenterà nei Comuni di Benevento, San Giorgio del Sannio, Airola e Monteforte Irpino la proposta amministrativa che chiede ai sindaci di “esprimersi in maniera netta nel volere una gestione pubblica dell’acqua.

“La nostra sarà una opposizione dura ma propositiva”, spiegano i rappresentanti del Movimento. “Tutti i partiti, soprattutto il Pd, sono avvertiti: gli staremo addosso, li staneremo, faremo di tutto per bloccare i legami clientelari li dove si sono creati. Con noi i cittadini entreranno nelle istituzioni e si respirerà aria nuova. Dopo Roma e Torino, ora è il momento dell’Irpinia e del Sannio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here