Sette aspiranti alla successione di Beatrice al Tribunale di Avellino

0
2335
Presidente_Roberto_melone
Il Presidente facente funzioni del Tribunale di Avellino, Roberto Melone

AVELLINO – Sette aspiranti in corsa per la nomina a presidente del Tribunale di Avellino per ricoprire il posto che dal primo dicembre scorso è rimasto vacante dopo la conclusione del periodo di guida da parte del presidente Vincenzo Beatrice.

In testa alla classifica, in ordine a ragioni legate più che altro, all’anzianità di servizio, è proprio il presidente facente funzioni del Tribunale di Avellino, il giudice Roberto Melone, seguito da Enrico Di Dedda, presidente Vicario del Tribunale di Campobasso.

Segue Francesca Spena, giudice consigliere alla Suprema Corte, che non è l’unica donna ad aver presentato domanda per la guida del Tribunale di Avellino. C’è infatti anche la presidente di Sezione del Tribunale di Nola, Lorenza Barbalucco ed almeno altre due magistrate: Lucia Casale, Cinzia Apicella e Giovanna Caso.

La prima è magistrato in servizio presso il Tribunale di Salerno, dove ricopre l’incarico di presidente di Sezione, la seconda magistrato del Tribunale di Nocera , infine Giovanna Caso, magistrato del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Sono loro i magistrati che entro il 15 febbraio hanno presentato la domanda per partecipare alla corsa per la presidenza del Tribunale di Avellino.

Dopo le domande, presentate come noto entro il 15 febbraio, ci sarà un ulteriore passaggio, quello della V Commissione del Csm, che dovrà indicare quanti e chi sono i nomi che finiranno all’attenzione dei componenti del Plenum. Tutto potrebbe concludersi già entro l’anno.