Servizi sanitari in Irpinia: la UIL scrive al Comitato dei Sindaci

Servizi sanitari in Irpinia: la UIL scrive al Comitato dei Sindaci

21 Novembre 2019

Di seguito la nota inviata dalla segreteria della FPL al Comitato dei Sindaci con la richiesta di convocazione per approfondire l’organizzazione dei servizi e dei fabbisogni dei servizi sanitari:

“Premesso che il Comitato di rappresentanza dei Sindaci ha il compito di interloquire con l’ASL, in ordine alla redazione del piano aziendale sul tema della organizzazione dei servizi sanitari. Gli atti aziendali regolano i processi di programmazione aziendale, devono necessariamente prevedere la costanza di rapporti con tutte le parti interessate, in particolare quelle rappresentative di interessi collettivi quali le Organizzazioni
Sindacali.

Al fine di favorire un proficuo confronto con l’obiettivo di contemperare l’interesse dei dipendenti ed il miglioramento delle condizioni e di sviluppo della professionalità, con l’esigenza di incrementare l’efficienza, l’efficacia e la qualità dei servizi erogati e da erogare alla collettività, in considerazione dell’imminente redazione
degli atti aziendali da parte delle direzioni generali dell’ASL Avellino e dell’Azienda Ospedaliera Moscati, a seguito del decreto n° 29 del 19 aprile 2018, con il quale il Commissario ad Acta per l’attuazione del Piano di Rientro dei disavanzi del Servizio Sanitario Regionale, Vincenzo De Luca, da 1° ottobre 2018 ha formalmente annesso il Presidio Ospedaliero “A. Landolfi” di Solofra all’Azienda Ospedaliera “ San Giuseppe Moscati” di Avellino, la scrivente Organizzazione Sindacale, sempre sensibile alle questioni riguardanti i lavoratori ed a quelle della collettività, al fine di affrontare le problematiche ancora aperte sull’annessione del predetto presidio ospedaliero, nonché
avviare un confronto sugli atti aziendali che saranno redatti, ritiene necessario che si proceda alla convocazione immediata da parte dell’organo competente del Comitato dei Sindaci, e chiede di poter partecipare ad un’apposita riunione del suddetto comitato per approfondire innanzitutto del piano di fabbisogno del personale medico, infermieristico ed ausiliario. Nell’attesa di un positivo riscontro, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti”.