Serie C: per l’Avellino continua il sogno playoff

0
406

La Serie C si avvicina a lunghi passi verso la fine del girone d’andata e in testa alla classifica del Girone C la situazione inizia a delinearsi. Il Bari continua a tentare la fuga senza riuscirci e, alle spalle dei pugliesi, c’è un gruppetto di squadre che continua a dimostrare di avere tutte le qualità per poter lottare per la promozione fino al termine del campionato.

Il pareggio con il Bari dà ai Lupi una iniezione di fiducia

Nel big match della giornata di terza serie, l’Avellino riesce a conquistare un importantissimo pareggio in extremis contro la capolista Bari che permette ai Lupi di tenere il passo delle prime della classe e, soprattutto, dà agli irpini un’importantissima iniezione di fiducia in vista del prosieguo di stagione. L’anno scorso, dopo un inizio di campionato da dimenticare, alla fine i biancoverdi erano riusciti a cambiare marcia e avevano chiuso il campionato al terzo posto. L’esperienza ai playoff non è stata tuttavia positiva e alla fine l’Avellino si era dovuto accontentare di un piazzamento in Post Season. Anche quest’anno, dando un’occhiata alle quote disponibili sui siti di scommesse dove è anche possibile giocare al casinò online con partite demo di slot rappresentate dai volti dei calciatori più importanti, l’Avellino resta tra le favorite per la promozione diretta, ma ancora una volta i campani devono rincorrere il Bari che sta lasciando intendere di poter recitare il ruolo di capolista del campionato.

I pugliesi restano i favoriti per la vittoria del campionato

Sono ormai tre anni che il Bari si presenta a inizio campionato con l’obiettivo di stravincere il Girone C e di riportarsi in Serie B. Nelle ultime due stagioni, tuttavia, le cose non sono andate secondo previsioni e in entrambe le occasioni i galletti sono stati beffati prima dalla Reggina e poi dalla Reggiana. In vista di questo campionato e memori delle difficoltà incontrate negli ultimi anni, il presidente De Laurentiis ha continuato a investire nella squadra barese, per mettere in piedi un gruppo che potesse essere competitivo per tutta la durata della stagione. Quest’anno, dopo un inizio da sogno in cui i biancorossi avevano lasciato intendere di poter prendere il largo, la squadra di proprietà della famiglia De Laurentiis ha iniziato ad accusare qualche difficoltà di troppo e a perdere più di un punto per strada. Gli ultimi due punti persi proprio contro l’Avellino lasciano in eredità la convinzione che, per il Bari, il percorso da fare sia ancora lungo e che da qui al termine della stagione, i ragazzi di mister Magnani non potranno permettersi passi falsi. Oltre all’Avellino che continua a credere sia nella promozione diretta che nei playoff, continuano a convincere il Catanzaro e il Palermo che sono lì a breve distanza e che non hanno nessuna intenzione di alzare bandiera bianca prima del dovuto.

Dopo il pareggio in rimonta contro il Bari, per l’Avellino la stagione si prepara ad entrare nel vivo e non vediamo l’ora di scoprire cosa i Lupi riusciranno a fare nella seconda parte di campionato, quando le cose inizieranno a farsi serie.