Sentieri Mediterranei, attesa per l’edizione 2014 a Summonte

0
5

Pasquale Manganiello – Il borgo di Summonte accoglie la 16esima edizione di “Sentieri mediterranei Sentieri mediterranei Sentieri mediterranei”, una esperienza umana e sensoriale – prima ancora che un festival – capace di trasmettere a residenti e visitatori la radice di un territorio nel suo processo di modernizzazione e crescita. Direttore artistico della rassegna “Sentieri mediterranei 2014 – Sentieri mediterranei 2014 – Festival internazionale di Festival internazionale di musica etnica e classica con eventi in Abbazia musica etnica e classica con eventi in Abbazia del Loreto” è il compositore, musicologo, cantautore e polistrumentista Enzo Avitabile Enzo Avitabile Enzo Avitabile, da sempre emblema di una ricerca sonora e testuale che non mistifica il contemporaneo ma sa trovare ogni volta le sue fonti pure nell’archivio musicale di ieri. In una costante altalena ritmica.

L’autore di “Napoletana Napoletana Napoletana”, “Salvamm’ ‘o munn’ Salvamm’ ‘o munn’ Salvamm’ ‘o munn’” e “Black tarantella arantella arantella” il 26 luglio si esibirà quindi nel recital teatralizzato “Exeredati mundi”, sorta di via crucis dei popoli in miseria ma che con fierezza resistono alle carestie dei diritti e del rispetto civile e si raccontano in un esperimento che oscilla tra il sacro e la laicità. E che sul palcoscenico si traduce in una sfrontata e sofisticata Cantata scenica per orchestra sinfonica, coro polifonico e voce recitante. Prima di lui, però, la sezione “Musica sinfonica nell’Abbazia del Loreto Musica sinfonica nell’Abbazia del Loreto di Mercogliano i Mercogliano” inizierà a dilatarsi nell’antico borgo irpino grazie all’artista iraniano Ramin Bahrami Ramin Bahrami Ramin Bahrami. Il 18 luglio, il pianista di Teheran in duo con il flautista Massimo Marcelli Massimo Marcelli Massimo Marcelli proporrà lo spettacolo “Bach: l’offerta musicale”, dedicata al maestro, organista e clavicembalista tedesco vissuto in epoca barocca. Due giorni più tardi, sarà il turno del pianista Michele Campanella Michele Campanella Michele Campanella, già partner creativo dei direttori d’orchestra Claudio Abbado, Riccardo Muti e Zubin Mehta.

Il 27 luglio, ancora, l’attore Alessan Alessan Alessandro Haber dro Haber dro Haber sarà protagonista di un inedito allestimento tratto da “Il Pentamerone”, reading ispirato alle novelle di Giovan Battista Basile, con l’accompagnamento musicale di Marcello Vitale (chitarra battente / chitarra barocca) e Raffaele Tiseo (viola d’amore). Il segmento puramente etnico di “Sentieri mediterranei”, al contrario, si svilupperà nelle serate dell’1, 2 e 3 agosto. In piazza De Vito, ecco uno dopo l’altro i concerti di Bassekou Kouyate Bassekou Kouyate Bassekou Kouyate (dal Mali), del duo JoeDriscoll Driscoll Driscoll&SekouKouyate Kouyate Kouyate (Usa*Guinea) e di Dee Dee Dee Dee Dee Dee Bridgewater Bridgewater Bridgewater (dagli Stati Uniti), per manifestare la volontà di una terra del Sud Italia al confronto fiducioso con verbi lontani, esotici ma spesso fratelli. Al termine di questi live, puntuali allo scoccare di mezzanotte, i cosiddetti concerti in chiesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here