Sempre più diffusa la tecnologia rfid: ecco tutto quello che c’è da sapere

Sempre più diffusa la tecnologia rfid: ecco tutto quello che c’è da sapere

12 Aprile 2021

In un’epoca caratterizzata dalla digital transformation, sempre più aziende e imprese sono impegnate in prima linea per automatizzare un ampio numero di operazioni e assicurarsi un’ottimizzazione del lavoro.

Per ottenere risultati concreti, in grado di incidere attivamente e positivamente sul business, è necessario adottare diverse soluzioni innovative, a partire da appositi software gestionali fino ad arrivare a strumenti in grado di assicurare la tracciabilità e il monitoraggio dei prodotti.

A tal proposito, è interessante notare come venga impiegata sempre più diffusamente la tecnologia RFID, che permette di passare a una gestione completamente digitale delle informazioni sui propri prodotti in modo estremamente rapido, il tutto con un funzionamento intuitivo, di immediata comprensione.

Naturalmente, per assicurarsi operazioni ottimizzate e processi più snelli, è indispensabile optare per soluzioni di qualità, come per esempio la tecnologia rfid di InfinityID, azienda specializzata nella realizzazione di soluzioni tecnologiche 4.0 nel campo dell’identificazione automatica.

Tecnologia RFID: integrazione e comunicazione potenziata

Il punto di partenza per indagare il tema è definire nel dettaglio che cos’è la tecnologia RFID. Quest’ultimo è un vero e proprio acronimo che rimanda anche al suo funzionamento. L’RFID, infatti, sta a indicare la Radio Frequency Identification. Nella pratica, allora, questo nominativo fa riferimento a una tecnologia che consente una procedura di identificazione automatica.

Come è resa possibile tale pratica? Uno dei primi aspetti da tenere in considerazione è che la tecnologia RFID si fonda interamente sulla onde elettro-magnetiche che si propagano nell’aria. Queste unite a un sistema di categorie, tag ed etichette arrivano a creare una rilevazione univoca di un oggetto.

Il processo è progettato per avvenire in automatico, senza cioè la necessità della presenza fisica di una persona addetta al compito. In aggiunta, ci sono altri due fattori da valutare che permettono di comprendere ancora meglio le potenzialità assicurate da questa tecnologia.

Questa, infatti, assicura che lo scambio di informazioni possa avvenire in modo massivo e a distanza. Può essere poi importante evidenziare come la rilevazione e l’autenticazione automatica possano riguardare gli articoli e/o le persone sia in movimento che ferme.

A questo punto può rivelarsi utile soffermarsi sulla natura del tag. Questo corrisponde al transponder ed è il mezzo che conterrà le informazioniraccolte. Un elemento che perciò riporta l’attenzione anche su un altro aspetto, ovvero l’archiviazione dei dati.

Le implicazioni a livello professionale

Avvalendosi della tecnologia RFID si ha dunque la possibilità di creare un enorme storico delle operazioni svolte e degli oggetti rilevati.

La memoria è situata all’interno di appositi chip che contengono all’interno anche un piccolo apparato radio che opera come ricetrasmittente. È questa speciale interazione, unita all’archivio puntuale del dato, che assicura grandi vantaggi sotto il profilo dell’organizzazione e delle performance.

Il processo che si viene a creare produce effetti benefici per l’intero sistema produttivo, perché garantisce la più alta ottimizzazione del ciclo aziendale. Inoltre, è possibile ottenere anche un’implementazione delle procedure, che risultano snellite ed efficienti: possibilità, queste, che influiscono in positivo sull’intera filiera.

I vantaggi assicurati da questa tecnologia permettono di comprendere facilmente perché si stia diffondendo sempre di più in numerosi ambiti professionali. Nell’industria e nel retailcosì come nella logistica, infatti, risulta chiaro come queste soluzioni rappresentino un importante progresso, che fa risparmiare tempo e incrementa al massimo l’efficienza interna di ogni realtà che ne usufruisce.