Scuola ed elezioni, De Luca non fa sconti: “No a intesa su apertura anno. Irresponsabile voto a settembre”

Scuola ed elezioni, De Luca non fa sconti: “No a intesa su apertura anno. Irresponsabile voto a settembre”

26 Giugno 2020

“La Regione Campania non darà l’intesa al ministero della Pubblica Istruzione sull’apertura dell’anno scolastico e manterrà quindi il dissenso in conferenza Stato-Regione”.

Lo afferma chiaramente il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta facebook del venerdì. “Manca l’organico dei docenti, del personale Ata e amministrativo, inoltre non ci sono fondi sufficienti sugli arredi e per attrezzare le aule – spiega il presidente della Giunta Regionale -. La nostra è una critica ferma al ministro dell’Istruzione, che ha consentito che i problemi della scuola diventassero problemi marginali rispetto alla politica politicante”.

Una questione direttamente legata alla decisione di votare il 20 e il 21 settembre: “Invece che dare una mano ai ragazzi e ai docenti per la riapertura dell’anno scolastico, noi saremo costretti a pensare alle liste, ai comizi e alle fesserie. E’ da irresponsabili non votare a fine luglio. Il Governo ha preso questa decisione e se ne assume le responsabilità. La Lega aveva proposto di andare a votare il 27 settembre, il M5s uguale: pensano che debba accadere chissà che cosa per guadagnare qualche voto, in realtà ne perderanno ancora di più”.