Scuola e trasporti, piano anti-assembramenti: stop fermate bus a piazza Kennedy

Scuola e trasporti, piano anti-assembramenti: stop fermate bus a piazza Kennedy

23 Settembre 2021

Si è riunito questa mattina il tavolo di coordinamento per il monitoraggio sullo stato di attuazione del piano operativo per il raccordo Scuola/trasporti.
La riunione, che si è svolta dopo una prima settimana di ripresa delle attività scolastiche, ma che in via ordinaria si terrà con cadenza quindicinale, ha esaminato in primo luogo gli istituti della provincia.

Al riguardo non sono emerse particolari problematiche, tranne che per i Comuni di Ariano Irpino e Mirabella Eclano che hanno rappresentato l’esigenza di alcune modifiche e/o incremento di corse, su cui l’Air ha assicurato ogni disponibilità per i necessari correttivi.

Il tavolo, nel corso del quale l’Asl ha anche informato dell’avvio del piano regionale di monitoraggio attraverso le “scuole sentinella” che ricomprende 14 istituti irpini, è proseguito con un focus sulla città di Avellino.

In particolare in ordine alla problematica, che si è registrata fin dai primi giorni di ripresa delle lezioni, dell’eccessiva concentrazione degli studenti in Piazza Kennedy nella fascia oraria compresa tra le 13.00 e le 14.00, è stato concordato che gli autobus extraurbani, esclusivamente nella predetta fascia oraria, che serve essenzialmente l’utenza scolastica, non effettueranno fermate nell’area di Piazza Kennedy.

Saranno contestualmente previste apposite navette dedicate agli studenti, che collegheranno i campus scolastici con Piazzale degli Irpini, da cui partiranno le corse del ritorno. Questa soluzione serve anche a coniugare le esigenze dell’utenza scolastica con quelle dei lavoratori pendolari, atteso che in tutti gli altri orari le fermate resteranno invariate. La modifica introdotta, prima di essere attuata, sarà preceduta, per tutta la prossima settimana, da una diffusa campagna di divulgazione, in modo da consentire agli studenti una adeguata informazione che sarà veicolata anche attraverso le scuole.