Schianto in Thailandia, venerdì i funerali di Marcello

0
4

Venerdì la comunità di Atripalda accoglierà la salma di Marcello Cucciniello, il giovane di 23 anni deceduto in Thailandia – dove era in vacanza con un amico – in seguito ad un incidente stradale avvenuto sull’isola di Koh Samui.

L’appuntamento è per le ore 15 presso la Chiesa Madre di S. Ippolisto.

Domattina il feretro arriverà a Roma; di qui la partenza verso l’Irpinia.

La salma sarà portata ad Atripalda, presso la chiesa madre dove a partire dalle 20.30 di giovedì fino a mezzanotte, e dalle 6 fino alle 15 di venerdì, si terrà la veglia.

Possibile lo slittamento di 24 ore delle esequie nel caso in cui dovesse ritardare anche di una sola ora il rientro dell’aereo dal Sud Est asiatico in Italia.

L’INCIDENTE – Esattamente una settimana fa la tragedia.

Cucciniello si trovava nell’isola di Koh Samui, nel sud del golfo della Thailandia, per trascorrere le agognate vacanze estive in uno dei paradisi del sud est asiatico.

Tra spiagge mozzafiato e gite negli scenari naturali tailandesi, la vacanza del giovane sarebbe dovuta durare ancora qualche giorno, prima del ritorno in Italia e la ripresa degli studi universitari.

Ma qualcosa non è andata per il verso giusto.

Secondo quanto riportato, il giovane sarebbe uscito dalla stanza del residence e con la moto, noleggiata in loco, avrebbe imboccato la strada 4169 – l’arteria viaria principale dell’isolotto di Koh Samui – per recarsi in spiaggia e fare flyboard.

Il pick up che ha travolto l’irpino

Nei pressi delle cascate di Namuang, poi, l’impatto frontale e la morte.

Il 23enne sarebbe stato sbalzato in aria da un’auto pirata: un pickup di colore bronzo recante targa tailandese, secondo quanto riportato dalla polizia locale.

Inutili i soccorsi: per il giovane irpino (che indossava regolarmente il casco di protezione) non ci sarebbe stato nulla da fare.

All’arrivo dei soccorsi e delle forze dell’ordine sulla scena dell’incidente, l’autista del pickup aveva già fatto perdere le proprie tracce.

Al vaglio degli inquirenti ci sono i documenti del mezzo ritrovati all’interno dell’abitacolo lasciato incustodito sul ciglio della strada.

Almeno due persone sarebbero state interrogate: erano in viaggio lungo la 4169 al momento dell’impatto ma non avrebbero assistito direttamente all’incidente.

La circolazione viaria in Thailandia è tristemente nota per essere pericolosa ovunque e, negli ultimi anni, è stato riscontrato un elevato numero di incidenti automobilistici che hanno coinvolto anche numerosi turisti.

LO STRISCIONE – Ad Atripalda, intanto, sono in corso i festeggiamenti in onore del Santo Patrono San Sabino. In memoria di Marcello Cucciniello è stato posto uno striscione sotto il palco allestito in piazza Umberto I riportante la scritta “In ricordo di Marcello”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here