Scarpe da uomo: consigli per trovare il modello giusto

0
372

28Trovare la scarpa da uomo perfetta vuol dire non solo essere in grado di distinguere fra i vari modelli, ma anche capire in che modo abbinare le calzature tenendo conto del proprio stile personale, oltre che di altri fattori come il materiale di composizione e il colore. Se è vero che l’eleganza di un uomo si riconosce anche dalle calzature che indossa, ecco che diventa fondamentale sapere che cosa e come comprare. È ciò di cui abbiamo parlato con lo staff di borghiniclassic.com: Borghini da 100 anni è un punto di riferimento nel settore delle calzature di pregio e scarpe uomo firmate, con attenzione a qualità ed estetica. Nel caso in cui si abbia in mente di puntare su calzature realmente artigianali, è importante assicurarsi che esse siano realizzate in ogni parte con materiali naturali: inclusi i rinforzi interni del tallone e della punta che, al pari del fondo, devono essere in cuoio. Un materiale come la gomma, invece, va bene unicamente come sottosuola in virtù delle sue funzioni antiscivolo.

La misura giusta

Le  scarpe devono prima di tutto essere comode, ed è questa la ragione per la quale è essenziale saper scegliere la misura più appropriata. Si tratta di capire come vestire il piede, tenendo presente che in linea di massima l’imponenza di una scarpa deve essere considerata inversamente proporzionale rispetto alla prestanza vera e propria. La regola da seguire è quella della vestibilità, che ha a che fare con la comodità, con caratteristiche variabili a seconda del modello che si indossa. In sostanza, meno voluminosa la scarpa e meglio è.

Tutti i fattori da prendere in considerazione

Il materiale, quando si sceglie un capo di abbigliamento, svolge una funzione di primo piano e in molti casi è perfino più importante rispetto alla foggia. Nel caso del modello di scarpa, invece, non si può non tenere conto dell’abbinamento con il vestito che si ha intenzione di indossare. Loafer, Derby e Oxford, che rappresentano le tipologie di scarpe tradizionali, hanno sempre successo, al pari delle loro varianti. Di certo, il colore è decisivo nel definire la resa estetica; per semplificare si può distinguere fra tonalità scure e tonalità chiare. Gli esperti suggeriscono che i colori chiari dovrebbero essere indossati solo nel corso del mattino, mentre dall’ora di pranzo in poi gli uomini di classe usano unicamente calzature scure. Solo in estate, quando il sole svetta in alto nel cielo, è possibile prolungare l’uso delle scarpe chiare.

Le caratteristiche della suola

La suola, per ciò che riguarda la larghezza visiva, tanto nelle scarpe formali quanto in quelle informali non deve superare i 6 millimetri; può raggiungere gli 8 millimetri solo nel caso di scarpe sportive, e toccare i 9 millimetri per le calzature invernali. Attenzione: nei mesi più caldi dell’anno una suola sottile non è da ritenere una garanzia di freschezza, dal momento che il piede è sottoposto alla variazione termica e non è ben isolato rispetto alla temperatura elevata del terreno.

Calzature per tutte le età

Anche la fascia di età deve essere presa in considerazione quando ci si mette in cerca di scarpe. È solo intorno ai 30 anni che si può pensare di essere giunti a una certa maturità di stile: fino a quel momento sono ammessi i colori più vivaci e una certa estetica particolare, con tagli differenti. Certo è che rispetto al passato molti tabù sono stati abbattuti, come dimostra la diffusione delle sneakers anche ai piedi degli over. D’altro canto, è bene evitare di cadere nel ridicolo. Una soluzione sempre vincente può essere individuata nelle calzature di pelle di vitello, che possono essere declinate in molteplici varianti, con sfumature o leggere anticature, mentre il materiale può acquisire movimento con le scolpiture.

La pelle e il camoscio

Tutte le pelli necessitano, di tanto in tanto, di essere nutrite. Ecco, in particolare, che la pelle di vitello deve essere curata con l’impiego di spray rigeneranti e di lucidi a base di cera. Per ciò che concerne le calzature di camoscio, invece, esse sono consentite unicamente in inverno, e a condizione che vengano indossate al di sotto di flanelle e velluti, vale a dire tessuti pettinati fini, per poter essere sempre eleganti.