Sanità – Cisl Campania: “Commissariamento, un male necessario”

0
15

La Cisl Campania considera il commissariamento della Sanità campana un “male necessario”, che deriva dalla “…deficitaria capacità di seria concertazione da parte della Regione Campania e dimostra, inoltre, che i conti non erano in regola come a più riprese si è invece sostenuto pubblicamente e negli incontri con le parti sociali.
Va ora evitato che dal commissariamento derivi un ulteriore inasprimento della tassazione locale, tanto per l’Irap quanto per l’Irpef, dato che la sanità rappresenta già poco meno del 70% del bilancio regionale.
È necessario, invece, ripristinare la trasparenza, evitando i tagli meramente ‘aritmetici’ in luogo di un piano lungimirante e responsabile, agendo sulle diseconomie che scaturiscono, per esempio, da prestazioni aggiuntive e dalle modalità di gestione dei contenziosi, degli appalti e degli affidamenti esterni.
Va trasformato, insomma, il commissariamento in una opportunità, utilizzando i poteri straordinari per incidere su talune ‘nicchie di potere’ finora non toccate, e valorizzando, su tutto, di più e meglio la possibilità di porre in essere scelte condivise”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here