Sacripanti: “L’arbitraggio non ha influito, testa a Reggio Emilia: sarà partita vera”

8 Novembre 2016

La Sidigas Avellino cade per la prima volta in casa in questa stagione contro i belgi della Telenet Oostende e Pino Sacripanti sentenzia così in conferenza stampa: “Abbiamo giocato una brutta partita, senza trovare la conclusione offensiva e molti dei tiri sono stati forzati.”

Il coach della Scandone fa i complimenti ai belgi: “Bravi a ruotare la palla e in difesa, sia quella a zona che nell’uno contro uno. Noi non abbiamo fatto altrettanto”.

Sacripanti comunque soddisfatto del rullino di marcia europeo di 3 vittorie su 4 e non reputa che l’arbitraggio abbia influito sull’economia della gara.

“Abbiamo patito la stanchezza – confessa il neo assistant coach di Ettore Messina all’Italbasket – Dobbiamo abituarci all’arbitraggio europeo e dobbiamo imparare a sfruttare meglio questi tipi di contatto. Ora testa al campionato: contro Reggio Emilia sarà sfida vera per mantenere il secondo posto alle spalle di Milano. Dispiace per il pubblico, mi sarebbe piaciuto arrivare ad una sfida così decisiva con una vittoria e affrontare la gara di domenica con un diverso entusiasmo”.

Contro gli emiliani la sfida continua: “Mi auguro di essere bravo nel dare un giorno di riposo alla squadra e darle le giuste motivazioni per ripartire con grande freschezza mentale – chiosa Sacripanti – affrontare la GrissinBon sarà una di quelle partite che tutti gli addetti ai lavori sognano di giocare. Veniamo da un mese molto duro, mi auguro che il Palazzo ci dia una mano, carico ma sempre nella correttezza sportiva”.