Sabino Morano sull’annuncismo di Foti: “Vive in una realtà parallela”

0
4

La nota del referente di “Primavera Irpinia” Sabino Morano.

Foti negli ultimi giorni ha rilanciato l’azione del governo cittadino, in preda ad un attacco acuto di annuncismo, attraverso l’esposizione di una sorta di piano “quinquemestrale” con il quale intende risolvere tutti i problemi della Città a cui da quattro anni a questa parte non è stato capace di dare mezza risposta.

È incredibile come il sindaco perfettamente in linea al modus operandi della sua forza politica di appartenenza continui in una folle politica degli annunci come se vivesse in una realtà parallela.

Nelle stesse ore, in cui annunciava l’efficientissimo piano per risollevare le sorti di Avellino, infatti, con un’ordinanza disponeva la chiusura dei locali dell’Istituto scolastico ex Scocca e la delocalizzazione delle classi, della già delocalizzata scuola media Dante Alighieri, in luoghi da destinarsi.

Naturalmente con l’apertura del nuovo anno scolastico, la giunta Pd Avellinese non poteva evitare di esibirsi nell’ennesima prova di incapacità amministrativa.

Con ordinanza del 25 Agosto, mentre da un lato si spiegava alla città il formidabile piano di rilancio, dall’altro si lasciavano i cittadini senza una scuola media (della delocalizzazione in corso naturalmente gli utenti della scuola avrebbero appreso solo giorni dopo attraverso un articolo di giornale).

Premesso che questa delle agibilità degli istituti scolastici è una questione che si ripete ormai, in questo periodo estivo, da qualche anno, risulta in tutta sincerità poco comprensibile come si sia arrivati solo a fine Agosto a questa determinazione.

Delle due l’una, o ad Agosto ogni anno le strutture scolastiche vengono colpite da inspiegabili cedimenti strutturali o la disorganizzazione della macchina amministrativa è tale da non riuscire a programmare verifiche ed interventi in tempo utile, in maniera da evitare disagi ai cittadini.