Rubinaccio (Mir) su aggressione Rotondi: “È inconcepibile”

0
5

AVellino – «Quando il germe dell’antipolitica si traduce in atti come quelli che ha subito l’ex ministro Gianfranco Rotondi, si deve temere che possa esserci un rischio concreto anche per la libera e democratica espressione delle idee e della linea politica». E’ questo, a distanza di qualche giorno, il commento del dirigente provinciale del Mir Giuseppe Rubinaccio, relativamente alla tentata aggressione all’ex ministro, mentre stava per giungere al corso Vanucci quando un uomo, armato di coltello, ha seminato il panico tra i presenti al meetup del governo ombra, di cui Rotondi è premier, tanto da spingere gli organizzatori a sospendere l’iniziativa a titolo precauzionale. «E’ senza dubbio inconcepibile che un politico moderato e soprattutto sempre attento al rispetto della Costituzione e degli ideali democratici. Come dimenticare il discorso, forse per la prima volta nella storia, che il ministro Gianfranco Rotondi tenne a Bologna, per ricordare e rappresentare il Governo nell’anniversario della terribile strage della Stazione. Un esempio di equilibrio, che si differenzia dall’atto compiuto qualche giorno fa ai suoi danni. Per questo voglio rappresentare tutta la mia solidarietà e anche la preoccupazione per una china pericolosa».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here