Ritrovato nel fiume Ufita cadavere di donna senza braccia, è giallo

Ritrovato nel fiume Ufita cadavere di donna senza braccia, è giallo

7 Marzo 2019

E’ stato ritrovato nel fiume Ufita, nel comune di Apice, il cadavere di una donna in avanzato stato di decomposizione. Il corpo, ritrovato privo delle braccia e di parte di un arto inferiore, è stato recuperato a pochi metri dall’argine del fiume Ufita, che divide la provincia di Benevento da quello di Avellino.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Benevento (foto di LabTv). Complicate le operazioni di recupero. Dalla strada principale, che collega Apice a Melito Irpino, si raggiunge il greto del fiume e solo dopo circa 700 metri di cammino impervio si giunge al tratto dove è stato ritrovato il corpo.

Le condizioni del cadavere non consentono di avanzare ipotesi sulle cause del decesso. Non si esclude che il corpo sia stato trasportato dalla corrente del fiume, o dilaniato da animali selvaggi. A dare l’allarme è stata una contadina, che ha chiamato i carabinieri.

In attesa di maggiori elementi che verranno dall’autopsia, i carabinieri hanno avviato indagini partendo dalle denunce di scomparsa presentate negli ultimi tempi nella zona. Potrebbe trattarsi di una donna, scomparsa qualche mese fa da Ariano Irpino. Non si esclude che il cadavere possa essere stato trasportato dalla corrente del fiume da un’altra località.