Riscaldamento globale, gli studenti di Avellino si preparano al Global Strike del 24 Maggio

Riscaldamento globale, gli studenti di Avellino si preparano al Global Strike del 24 Maggio

9 Maggio 2019

Le studentesse e gli studenti che hanno aderito alla manifestazione Fridays For Future, da tre settimane stanno scioperando ogni venerdì al centro della città di Avellino per chiedere ai governi di tutto il mondo di attuare le politiche ambientali necessarie a scongiurare le terribili conseguenze dei cambiamenti climatici in corso.

“Le conclusioni delle principali ricerche scientifiche riguardanti il riscaldamento globale ci consegnano scenari disarmanti – dicono i manifestanti -. Appena 11 anni per invertire la rotta, liberare il pianeta dai combustibili fossili e costruire un mondo davvero sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale”.

Per queste ragioni, sabato 11 Maggio, è stata organizzata un’assemblea presso il Casino del Principe (Corso Umberto 1°) alle ore 16:00.

La referente di Fridays for future Avellino, Mariapia Oliviero dichiara che: “Dopo decenni di austerità imposta in nome della crisi economica-finanziaria chiediamo a questo governo di dichiarare l’emergenza climatica e di sbloccare tutte le risorse necessarie ad avviare una riconversione eco-sostenibile del nostro sistema produttivo. Ed anche ad Avellino è necessario un cambiamento di passo’.

“I conflitti ambientali aperti nella nostra provincia sono una ferita aperta e sanguinante, pensiamo alla valle del Sabato, all’eolico selvaggio, ai progetti di trivellazione, agli sversamenti abusivi nella solofrana e alle emissioni incontrollate delle industrie nell’atmosfera tutti elementi che ci presentano un quadro alquanto allarmante”, specifica Mariapia Oliviero.

Per questi motivi i ragazzi che aderiscono al Friday For Future vogliono costruire un percorso collettivo che intrecci le rivendicazioni portate avanti da comitati, associazioni e singoli attivisti. L’intento è di coinvolgere studentesse e studenti della provincia perché “si attivino anche loro come noi, come Greta, per un cambiamento di sistema concreto. Vogliamo costruire con tutte e tutti voi la data del 24 Maggio, giornata del secondo Global Strike che vedrà scendere in piazza milioni di persone in tutto il mondo”.