Rinvio a giudizio per maestro di musica accusato di abusi sessuali

13 Ottobre 2013

Il pubblico ministero della procura distrettuale antimafia di Napoli ha chiesto il rinvio a giudizio per il docente di musica avellinese, già processato per atti sessuali nei confronti di una sua alunna all’epoca quattordicenne. Questa volta però il professore è indiziato del reato di detenzione di materiale pedopornografico. Nel corso delle indagini della squadra mobile della questura di Avellino, gli inquirenti a seguito di una perquisizione rinvennero sul computer del docente di musica del Liceo Imbriani, una serie di immagini e filmati che ritraevano minori. Il materiale venne acquisito e allegato agli atti della già articolata inchiesta che lo vedeva sotto accusa per il reato per il quale è stato condannato. Il giudice per le udienze preliminari ha fissato per il 26 ottobre la data in cui sarà deciso l’eventuale rinvio a giudizio per la detenzione di materiale pedopornografico.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.