Rifondazione Comunista, il resoconto del X congresso provinciale

0
19
rifondazione comunista
rifondazione comunista

Si è svolto domenica 26 marzo, presso la biblioteca comunale di Monteforte Irpino, il X congresso provinciale di Rifondazione Comunista, riunendo i delegati dell’intera provincia, oltre alle quattordici delegazioni intervenute in rappresentanza di movimenti, associazioni, organizzazioni sindacali e forze politiche.

I lavori sono iniziati con il saluto del Sindaco del Comune ospitante, al quale è seguita la relazione introduttiva del segretario uscente articolata su cinque punti, la crisi del capitalismo globalizzato, l’Italia in Europa e la necessità di lottare per contrastare il potere delle tecnocrazie economico/finanziarie che in nome del neoliberismo stanno massacrando la vita dei popoli, la situazione Irpina, il progetto della costruzione dal basso di un movimento di massa alternativo al neoliberismo e l’attualità della rifondazione comunista.

Il contributo esterno al dibattito è stato sostanziale, infatti, ogni organizzazione– CGIL, FIOM, USB, Attak Irpinia, No Triv, No eolico selvaggio, comitato per l’acqua pubblica, Associazione Salviamo la nostra Valle del Sabato, Salviamo la Dogana di Avellino, Il Dialogo, SI, Possibile, Art uno Mdp, C.S.A. – oltre ad apprezzare il lavoro svolto dai comunisti, ha avanzato una serie di proposte per un futuro lavoro comune.

La discussione congressuale animata dai puntuali e seri interventi dei delegati si è articolata sulle questioni che attanagliano la Provincia di Avellino, desertificazione produttiva, decrescita demografica, vecchie e nuove povertà, temi ambientali, lotta all’omofobia, difesa dei beni comuni, antifascismo militante, immigrazione e lotta alla criminalità organizzata sono è saranno i temi sui quali, con una concezione di classe, i comunisti irpini continueranno l’impegno politico, contaminandosi alle tante esperienze d’autoorganizzazione che nascono nella società; denuncia, proposta, fare rete, stimolo della partecipazione dal basso, sono le prerogative minime necessarie per cambiare lo stato di cose presenti.

A margine dei lavori l’assemblea ha nominato, i delegati al congresso nazionale che si svolgerà a Spoleto dal 31 marzo al 2 aprile, affidando la rappresentanza a Tony Della Pia, Roberto De Filippis, Michele Solazzo, Pasquale Voza e gli otto al congresso regionale, in seguito la commissione di garanzia provinciale con Sofia Troisi nel ruolo di presidente e per ultimo il comitato politico provinciale che riunitosi ha rieletto all’unanimità segretario provinciale Tony Della Pia. Le conclusioni sono state affidate ai garanti Nazionali Rino Malinconico e Pasquale Voza.