Ricci presenta il libro “La rendicontazione di sostenibilità”

0
4

Oggi, 17 Marzo, alle ore 18:00 presso la libreria Mondadori di Avellino si terrà la presentazione del libro La rendicontazione di sostenibilità, scritto da Paolo Ricci, Professore Ordinario di Economia Aziendale all’Università degli Studi del Sannio, Benedetta Siboni, Ricercatrice confermata di Economia Aziendale all’Università di Bologna, e Maria Teresa Nardo, Dottore di ricerca in Economia e Gestione delle amministrazioni pubbliche presso l’università della Calabria. Relatori dell’incontro saranno gli autori del testo, moderati da Marco Staglianò, Direttore del quotidiano online Orticalab. Il volume approfondisce il tema della rendicontazione di sostenibilità in ambito aziendale, argomento di estrema attualità che necessita di continui approfondimenti e di ulteriori riflessioni. Sviluppandosi complessivamente in sette capitoli, il lavoro prende in esame le realtà profit, pubblica e non profit. Si parte dall’evoluzione storica della responsabilità sociale e sull’affermazione della sostenibilità e dei connessi modelli di rendicontazione nelle imprese, per poi analizzare la questione nell’ambito degli enti locali, delle aziende sanitarie e dei servizi alla persona, nelle regioni italiane e negli uffici giudiziari. Rientra nell’analisi anche il capitale intellettuale attraverso un esame della questione nell’ambito universitario, così come il settore del non profit, settore dall’evoluzione relativamente giovane, ma cruciale per il progresso economico e relazionale della contemporaneità. Abbiamo incontrato il Professore Paolo Ricci, che ci ha spiegato: «le nuove sfide dei sistemi di informazione e di comunicazione aziendale non possono essere eluse, il volume che presentiamo lo ricorda e lo sottolinea. Credo che il merito scientifico maggiore di questo lavoro sia stato aver fatto un significativo punto sullo stato della rendicontazione sociale in Italia, rinnovando il tema nelle sue principali tendenze teoriche ed empiriche. Di certo non è semplice esprimere un giudizio comparativo tra pubblico e privato. Sicuramente il settore pubblico ha obblighi maggiori di rendicontazione e di trasparenza, nel tempo una intensificazione dell’azione c’è stata ed è apprezzabile».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here