Reti idriche e bandi Pnrr, la Provincia chiama i sindaci. Sì a Rendiconto e Bilancio

0
923

Dopo tre anni di assenza causa Covid i sindaci dell’Irpinia, sotto la presidenza del numero uno dell’ente Provincia Rizieri Buonopane, tornano a riunirsi a Palazzo Caracciolo in modalità mista. 84 fasce tricolori (o loro delegati) hanno approvato all’unanimità il Rendiconto di gestione 2021, il Documento unico di programmazione 2022-2024 e il Bilancio di previsione 2022-2024, già approvati anch’essi all’unanimità dal Consiglio provinciale lo scorso 29 giugno.

Un’occasione di confronto, oltre che per il parere sul Bilancio. “Ho spiegato ai sindaci le iniziative già messe in campo – commenta Buonopane – tra queste in particolare quella che riguarda i bandi del Pnrr legati a fognature, depurazione e acquedotti. Sappiamo che in Irpinia Alto Calore, non avendo l’affidamento del servizio idrico, non ha potuto partecipare ai bandi di maggio, per cui puntiamo a unire i comuni in una convenzione ex articolo 30 del Tuel, quindi con il riconoscimento della Regione Campania, in modo che siano in condizione di accedere ai bandi di agosto e ottobre per quanto riguarda depurazione, fognature e rifacimento delle reti idriche”.

Più ad ampio raggio, il numero uno del parlamentino di Palazzo Caracciolo destinerà circa 11 milioni di euro di avanzo d’amministrazione a viabilità, edilizia scolastica e controllo dei fiumi di competenza provinciale. “Continuiamo anche la verifica che stiamo portando avanti sulla società IrpiniAmbiente” conclude Buonopane.