Raccolta “indifferenziata” ad Atripalda, Boccalone: “Il Comune ci deve un milione e mezzo”

0
30
boccalone

Dopo il servizio realizzato dal nostro Enzo Costanza sull’anomala raccolta “indifferenziata” dei rifiuti ad Atripalda -ovvero con lo sversamento di tutto il materiale nello stesso camion (carta, vetro, organico, ecc.) – l’amministratore unico di IrpiniaAmbiente Nicola Boccalone, sollecitato sulla vicenda dai colleghi di IrpiniaOggi, ha precisato: “Non sono informato della situazione, faremo accertamenti interni circa quanto riferito ma non credo sia vero”.

Spiegatagli la questione e visionati i filmati, Boccalone ha spostato l’attenzione sui crediti da 1 milione e mezzo di euro che il comune Sabatino deve alla provincializzata. Ovviamente i crediti non giustificano l’attuazione di una pessima raccolta dei rifiuti, per cui i cittadini pagano un servizio che in pratica non viene effettuato.

Rispetto a questa situazione sarebbe dunque meglio sospendere la raccolta anziché offrire pessimi servizi alla cittadinanza. Altrimenti è inutile che IrpiniAmbiente – come si legge sul sito istituzionale – voglia “intraprendere un percorso virtuoso, per consentire all’Irpinia, sempre migliori risultati nella raccolta differenziata dei rifiuti. Irpiniambiente chiede la tua collaborazione e ti fornisce gli strumenti per una corretta raccolta differenziata”.