Quella ragazzina presa in giro dai compagni di classe che voleva farla finita: il racconto choc di una docente

Quella ragazzina presa in giro dai compagni di classe che voleva farla finita: il racconto choc di una docente

5 Dicembre 2019

Alfredo Picariello – “Si tagliuzzava braccia e gambe nel bagno con qualsiasi oggetto”. La terribile storia di una ragazzina dell’Alta Irpinia che l’anno scorso frequentava il “De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi, è stata raccontata da una sua docente. Una ragazzina vittima di bullismo che, ad un certo punto, non ce l’ha fatta più a subire. “E’ stata mia alunna per tre anni”, ricorda l’insegnante. “Era una ragazza molto taciturna e si vergognava di tutto. Era oggetto di scherzi continui poco piacevoli da parte dei compagni di classe. Ho avuto il supporto del dirigente scolastico e dello sportello di ascolto della scuola che mi hanno molto aiutato. Nei gruppi whatsapp la ragazzina veniva addirittura istigata al suicidio”.

La docente racconta giorni ed ore drammatici. “Durante le mie lezioni la vedevo sempre molto poco, perché spesso se ne andava in bagno. Una volta ho mandato le sue amiche a controllare ed è emerso che si tagliuzzava braccia e gambe. Aveva le braccia tutte tagliate. Per fortuna siamo intervenuti in tempo, abbiamo avvertito la famiglia. Oggi la ragazzina sta meglio, di tanto in tanto mi sento al telefono con il padre per accertarmi delle sue condizioni. Il papà mi ringrazia per quello che la scuola è riuscita a fare. Le famiglie sono molto importanti, quando avete problemi rivolgetevi a loro, ai vostri genitori. Questa ragazza aveva intenzioni sucide”.