Pugliese: “PdL irpino in calo: occorre raddoppiare gli sforzi”

0
5

Avellino – “Da alcuni sondaggi sul voto delle prossime Regionali, il PdL Irpino è in netto calo rispetto alle percentuali registrate alle elezioni politiche 2008”. E’ quanto afferma il deputato irpino del Popolo della Libertà, Marco Pugliese, che aggiunge: “Bisognerà attuare una forte campagna elettorale in sostegno al programma presentato dal candidato Presidente Stefano Caldoro e raddoppiare le energie per far sì che il simbolo del PdL ritrovi lo stesso vigore dei suoi albori e del suo Presidente, Silvio Berlusconi. A livello locale sono stati commessi diversi errori, e le recenti fughe dal partito, nonché le mancate liste in alcuni Comuni importanti come Ariano, ne sono state la prova. E’ stata attuata una pessima gestione politico-partitica e a livello istituzionale, in particolare da parte dell’Ente Provincia, si è lasciato troppo spazio di governo all’UdC di De Mita. Il PdL non deve essere un pozzo al quale tutti possono attingere acqua nei momenti di siccità; è il partito degli elettori e delle elettrici liberali ed è improntato su una cultura costruttiva. Ho apprezzato molto le dimissioni recentemente presentate nell’ambito della Giunta Provinciale, un po’ meno ho apprezzato la mancanza di una tempestiva sostituzione da parte del Presidente Sibilia poiché da parlamentare dico che un’Istituzione non può sospendere le proprie funzioni amministrative per via di una campagna elettorale, soprattutto in un periodo di crisi economica come questa (vedi Giunta Provinciale Cirielli dove il Presidente ha sostituito tempestivamente un Assessore provinciale candidato alle Regionali con un altro altrettanto valido componente). Personalmente, così come ho fatto in occasione delle scorse elezioni provinciali e dopo l’incontro che ho avuto col Ministro Bondi, sosterrò tutti i candidati sotto il simbolo del PdL e mi farò promotore insieme al Ministro Rotondi, al candidato Presidente Stefano Caldoro, ai colleghi, agli amici del Circolo del Buongoverno Irpino e del Centro Studi Euroirpinia, ai coordinatori locali e agli iscritti al PdL di iniziative che avvicinino sempre più il nostro territorio alla scena politica regionale e che mettano in risalto l’Irpinia anche sulla scena nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here