Provincia, operativi gli ausiliari dei servizi di Polizia Stradale

0
3

Avellino – La carenza di risorse umane nell’ambito delle Forze di Polizia Nazionali e Locali e la necessità di impiegare il personale in compiti di istituto maggiormente delicati che richiedono una elevata competenza professionale ha spinto il legislatore ad affidare alcuni dei servizi di polizia stradale, disciplinati dell’art. 11 del Codice della Strada, in particolare le funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e la tutela e il controllo dell’uso della strada, ad alcune figure professionali individuate nel comma 3 del successivo art. 12 in particolare dal personale degli uffici competenti in materia di viabilità delle regioni, delle province e dei comuni, limitatamente alle violazioni commesse sulle strade di proprietà degli enti da cui dipendono e dai dipendenti dello Stato, delle province e dei comuni aventi la qualifica o le funzioni di cantoniere, limitatamente alle violazioni commesse sulle strade o sui tratti di strade affidate alla loro sorveglianza.

La prevenzione e l’accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e la tutela e il controllo sull’uso delle strade possono, naturalmente, essere effettuati, da tali figure ausiliarie previo superamento di un esame di qualificazione secondo quanto stabilito dall’art. 23 del Regolamento di Esecuzione. L’esame deve essere finalizzato all’accertamento della conoscenza delle norme in materia di circolazione stradale, con particolare riguardo alle norme di comportamento, ai compiti di prevenzione e repressione delle violazioni e ai procedimenti sanzionatori, nonché alla conoscenza delle norme concernenti la tutela ed il controllo sull’uso della strada.

Il Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Avellino On. Cosimo Sibilia ha, con fermezza, deciso di investire sulla sicurezza stradale conferendo le funzioni di prevenzione ed accertamento delle violazioni in materia di circolazione, tutela e controllo dell’uso della strada a propri dipendenti addetti all’ufficio di viabilità che in virtù di quanto disposto dal Codice della Strada hanno poteri di contestazione immediata nonché di redazione e sottoscrizione dei verbali di accertamento limitatamente alle violazioni commesse sulle strade di proprietà dell’Ente Provincia.

L’iniziativa ha visto una grande sinergia tra l’Ing. Antonio Liberato Marro, Dirigente del Settore Lavori Pubblici, il Geom. Sergio Davidde, Responsabile del Servizio Viabilità e l’Istruttore Direttivo Claudio Iannuzzo, Responsabile del Servizio Polizia Provinciale.

Il corso di formazione ha visto la partecipazione di ben 88 Operatori appartenenti al Servizio Viabilità e al Servizio della Polizia Provinciale al fine di creare le giuste sinergie tra i due Settori.

Direttore del Progetto Formativo è il Dr. Domenico Giannetta, Comandante del Servizio Associato di Polizia Municipale di San Potito Ultra (AV) il quale ha previsto n. 4 incontri sulle seguenti tematiche : Figura e compiti degli Ausiliari dei Servizi di Polizia Stradale, Comunicazione Istituzionale, Elementi di diritto costituzionale, amministrativo e nozioni sull’Ordinamento degli Enti Locali, Diritto penale e procedura penale, TULPS – Polizia Amministrativa, Organizzazione e strumenti di lavoro, La notificazione degli atti nella Pubblica Amministrazione, Nuovo Codice della Strada, Regolamento di esecuzione al C.D.S., Procedimento sanzionatorio, Esercitazioni pratiche, Tecnica del Traffico ed Infortunistica Stradale.

L’esame conclusivo si terrà il giorno 09 Ottobre 2012 alle ore 11.00 presso la sala convegni del Carcere Borbonico di Avellino. La didattica è stata affidata al Dr. Angelo Di Perna, Istruttore di Vigilanza presso la Polizia Municipale di Salerno, il quale ha illustrato la parte normativa mentre la parte pratica, cioè le tecniche di controllo e la strategia investigativa, è stata curata dal Dr. Domenico Giannetta, Docente presso la Scuola Regionale di Polizia Locale con sede a Benevento e Componente del Comitato Tecnico Consultivo di cui alla Legge Regionale n. 12/2003. I docenti hanno offerto un valido contributo didattico sulle tecniche di polizia stradale apportando ai partecipanti un altissimo livello professionale anche illustrando sistemi sofisticati di indagine amministrativa per il contrasto dei lavori e delle opere abusive sulle strade, dell’occupazione del suolo pubblico, della mancata manutenzione delle ripe, delle siepi e degli arbusti, degli accessi, dei passi carrabili e soprattutto dell’installazione dei mezzi pubblicitari.

L’Assessore Giovanni Romano, con delega Bilancio – Gestione finanziaria – Tributi – Demanio, patrimonio ed economato – Informatizzazione – Contenzioso – Politiche del personale, nel suo intervento di saluto ai partecipanti ha spronato i presenti a continuare l’attività formativa solo e soltanto nella ferma convinzione che occorre dare avvio ad una nuova fase quella della prevenzione ma anche della repressione verso quelle situazioni illecite che creano pericoli per l’incolumità e la sicurezza pubblica e apportano un danno economico all’Amministrazione Pubblica che, mai come in questo periodo, è chiamata al controllo capillare delle entrate proprie nell’ottica del federalismo fiscale per la giusta equità sociale.

L’interazione tra discenti e docenti ha fatto tenere sempre alto l’interesse intorno agli argomenti trattati che si sono calati nelle problematiche delle singole realtà locali. Il corso si è proposto, di chiarire gli aspetti più controversi della materia e nella quotidianità maggiormente ricorrenti, dando un valido supporto operativo snello e facilmente utilizzabile dagli addetti ai controlli, chiamati spesso – nei casi di bisogno – a dare risposte immediate, direttamente sul campo dove l’Operatore deve, nell’ambito della propria comunicazione, riuscire ad interloquire in modo chiaro e corretto con i suoi vari “stakeholders”. Il corso ha avuto come “mission” il raggiungimento di un raffinamento delle tecniche di intervento addivenendo ad una standardizzazione delle procedure da adottare e quindi a delle “best practices” a partire dal momento dell’accertamento sulla strada per arrivare al momento della gestione amministrativa della procedura presso gli Uffici Provinciali.

Il percorso formativo, curato nei minimi particolari, e caratterizzatosi per i suoi aspetti pragmatici grazie agli interventi dell’Ing. Antonio Liberato Marro, del Geom. Sergio Davidde e dell’Istruttore Direttivo Claudio Iannuzzo ha visto anche la sponsorizzazione del Gruppo Maggioli Editore S.p.A. che, grazie al Rappresentante di Zona Geom. Nicola La Luna, ha offerto a tutti i partecipanti le cartelline, penne e dispense cartacee.

Da parte dell’On. Cosimo Sibilia ai nuovi Ausiliari dei Servizi di Polizia Stradale e a tutte le altre Forze di Polizia impegnate nel settore va il plauso ed il ringraziamento per quanto fanno ma soprattutto per quanto faranno per contribuire a garantire al sicurezza delle nostre strade.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here