Promozione – C’è il Derby del Mandamento, mister Sgambati presenta la sfida

Promozione – C’è il Derby del Mandamento, mister Sgambati presenta la sfida

11 Dicembre 2015

Il derby del Mandamento incombe, magari non sarà Milan-Inter o Lazio-Roma, ma il derby, a qualsiasi latitudine e categoria si giochi, regala sempre emozioni, su una sponda e sull’altra e se è vero che il localismo e il senso di appartenenza vanno sempre scemando, è pur vero che per i tifosi di Baiano e Carotenuto è un’occasione unica per sfotto e prese in giro.

I primi vogliono affossare, proprio nella stracittadina, i cugini già condannati ad una posizione di classifica deficitaria, mentre i rossoneri sognano una clamorosa rimonta in graduatoria che parta proprio dal “Bellofatto”. Sicuramente delle due formazioni alla gara ci arriva meglio il Baiano, complice una posizione di classifica più rassicurante e un mercato fatto di accorgimenti e non di stravolgimenti.

Il Carotenuto ha cambiato praticamente tutto: guida tecnica (per l’ennesima volta in stagione) con Salzano che ha rilevato Ferullo, Annunziata ha preso il posto di Gagliardi come direttore sportivo e i vari Barbarisi, Schettino, Di Nardo e Perriro che entrano in organico al posto delle bandiere Montuori e Gerolino. Quest’ultimo lo vederemo addirittura in campo con la maglia granata.

E’ stato eletto Cuomo a nuovo leader dei rossoneri, sperando che il tempo sortisca qualche effetto differente rispetto alla sorte dei vari Stefano Napolitano, Massimo Aubry, Guido De Stefano e il già citato Nicola Montuori.

Per quanto riguarda la formazione ospitante, vediamo come i granata stanno preparando il match, con le parole del mister Francesco Sgambati:

“Partita importante, a prescindere che sia un derby o meno. Noi puntiamo a fare punti in casa per raggiungere al più presto la salvezza, poi è normale che quando si parla di derby entrano in gioco motivazioni aggiuntive, sono partite strane in cui tutto può succedere. Il Carotenuto sta cambiamo molto sia dal punto di vista dell’organico che da quello gestionale e questo può essere per noi un’arma a doppio taglio, in quanto possono sorprenderci. Insieme ai ragazzi sto preparando la sfida come se non fosse cambiato nulla a Mugnano, anzi sto preparando i ragazzi ad un match contro una squadra fortissima, caricandoli al massimo. Sono convinto che loro daranno tutto per ottenere la salvezza, magari cominciando a vincere proprio contro di noi. L’ultima vittoria esterna ci ha dato grande consapevolezza dei nostri mezzi e vogliamo rompere il tabù delle due vittorie di fila, cosa che ci è mancata fin da inizio anno e che potrebbe davvero cambiare in meglio la nostra stagione, anche se per il momento stiamo facendo un campionato più che soddisfacente”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<