Primarie Pd, Richetti ad Ariano su giovani, lavoro e territori: “Passiamo dalle parole ai fatti”

1
147

Duro affondo sul reddito di cittadinanza, quota 100 e sulla mancanza nell’agenda del governo nazionale di politiche per il lavoro (soprattutto) giovanile.

Apre così il suo intervento Matteo Richetti, senatore dem e leader nazionale di “Diversamente” arrivato sul Tricolle per portare il suo sostegno alla lista “Territori e Partecipazione” capitanata dall’arianese Alessandro Ciasullo (in fila anche un’altra arianese, Carla Rubino) che appoggia Umberto Del Basso De Caro alla segreteria regionale in occasione delle primarie Pd di domenica 3 marzo.

Da Benevento a Caserta passando per Baiano fino ad arrivare ad Ariano in serata, la giornata di Richetti è stata totalmente dedicata ai territori interni per discutere delle priorità. “Io mi batto per i giovani per puntare al merito alle competenze. Questo è un Paese che non punta più su di loro. Il 3 marzo proviamo a capire se questo partito riesce a sovrapporre alle parole i fatti. Utilizziamo troppe parole”.

Nella logica dell’ossessione identitaria del partito democratico, Richetti rimarca la necessità di ritrovare unità e puntare sul “dare risposte concrete ai territori”.

A livello nazionale, il senatore modenese, in giro per l’Italia in questi mesi, sostiene Maurizio Martina per la battaglia al Nazareno. Martina è appoggiato da due liste che sostengono De Caro, una formata dai rappresentanti dell’Ufita della Baronia e alta Irpinia con capogruppo Ciasullo e l’altra che abbraccia l’hinterland avellinese con capogruppo Laura Nargi.

L’incontro è stato occasione per affrontare le priorità, dalla Stazione Hirpinia alla manifestazione di domani a Grottaminarda per la Lioni-Grotta. “Ho depositato stamattina l’interrogazione a riguardo – dice De Caro – sono il secondo firmatario dopo Graziano Del Rio”.

Un partito rinnovato e prestigioso “libero da Palazzo Santa Lucia” avverte De Caro che rivendica l’autonomia dei dem rispetto al governo regionale di De Luca.

Al dibattito è intervenuto anche ex parlamentare Luigi Famiglietti che invita tutti ad andare a votare perché “È necessario dare una scossa anche a livello regionale in questo partito”.

Al Palazzo degli Uffici tutto il gotha del Pd arianese, il segretario reggente Giuseppe Ciasullo e il consigliere Michele Caso e alcuni rappresentanti dei paesi limitrofi come il sindaco di Frigento Ciullo.

1 COMMENT

Comments are closed.