Pride, a Mercogliano l’opera anonima “Victims – siamo tutti colpevoli di omofobia”

0
760

Nella città di Mercogliano, che oggi ospiterà l’Irpinia Pride, all’alba di oggi è stata posta in opera, da un artista anonimo, un’Installazione dal titolo inequivocabile “Victims – siamo tutti colpevoli di omofobia”.

L’istallazione vuole fornire ai cittadini uno spunto di riflessione sul fenomeno della violenza omo-transfobica contribuendo a riempire questo pride di contenuti e rivendicazioni di diritti. 1454 episodi denunciati dal 2013 e 139 dall’inizio dell’anno numeri significativi, persone, nomi, vittime appunto che in Italia continuano a non trovare la protezione necessaria ed auspicata dal Parlamento Europeo per tutti gli stati membri.

Le forze politiche presenti in parlamento hanno affossato la legge Zan, legge di mediazione al ribasso che avrebbe pur sempre costituito un passo in avanti per la tutela delle persone omosessuali e transessuali Italiane, una sconfitta per tutti loro, per le loro famiglie, i loro amici e per tutti quelli che oggi marceranno lungo il viale San Modestino chiedendo a gran voce una legge che li tuteli.