Preziosi e Irpiniambiente: “Se ci vado sarà solo per meriti personali, non c’è in corso nessuna trattativa politica”

Preziosi e Irpiniambiente: “Se ci vado sarà solo per meriti personali, non c’è in corso nessuna trattativa politica”

30 Agosto 2019

Alpi – Nessuna trattativa e nessun contatto con il Presidente dell’amministrazione provinciale di Avellino. Il consigliere comunale Dino Preziosi tiene a distanza le voci che lo vorrebbero alla guida di Irpiniambiente secondo criteri meramente politici. “Mi hanno collocato in tanti luoghi, si è detto che ambivo alla poltrona di Presidente del consiglio comunale, ora mi danno alla carica di Irpiniambiente, a questo punto invito la Digos al prossimo civico consesso perché chi mette in giro queste voci, parlando di baratti e cambiali legate a voti di scambio, mi sta accusando di un reato penalmente rilevante. Allora o si fanno i nomi o non si può sparare nel mucchio”.

“Non c’è contatto né trattativa con il Presidente Biancardi o altri – sottolinea -. Il punto è che la Legge Madia, che ormai è Vangelo per le Pubbliche Amministrazioni, impone l’affidamento di aziende di quarta fascia solo a persone che hanno avuto una lunga esperienza alla guida dei servizi pubblici locali o di azienda di pari importanza. Da qui viene fuori il mio nome, perché ad Avellino sono l’unico a rispondere al criterio – avendo gestito l’Air per vent’anni – ma questo non significa niente perché il concorso potrebbe essere vinto anche da qualcuno fuori regione. Nel caso in cui ci fosse una convenienza dal punto di vista professionale potrei valutare di concorrere, altrimenti no. E non concorrerei se non ci fosse un concorso”.