Premio Leone: Pratola Serra rende omaggio alla nota famiglia di artisti con un concorso artistico

0
9
Pratola Serra attende il Giro 2016

Domenica 15 settembre alle ore 18 presso la Chiesa Maria SS di Costantinopoli a Pratola Serra si
terrà la cerimonia di premiazione del Premio Leone. Si tratta della I edizione del concorso artistico
ideato e promosso dall’Amministrazione comunale di Pratola Serra per ricordare i Leone, una
famiglia di artisti di origini irpine che ha dato lustro e onore alla nostra terra in tutto il territorio
nazionale e non solo. In gara ci saranno artisti provenienti da tutta la provincia, chiamati a sfidarsi
nell’ambito della pittura e della scultura.
La premiazione sarà preceduta dal convegno-dibattito “Premio Leone: l’omaggio di Pratola Serra
ad una famiglia di artisti” che si svolgerà a partire dalle ore 18. Saranno presenti: il sindaco di
Pratola Serra, Emanuele Aufiero; il maestro Ermonde Leone; Alfredo Iandolo, curatore del Museo
Civico di Avellino; Franco Lista, pittore e saggista, tra i promotori di “Prop Art” e della “Pittura di
Storia”; Francesco Lucrezi, ordinario di Diritto romano e Diritti dell’antico Oriente mediterraneo
presso l’università di Salerno, docente di Storia e Istituzioni di diritto romano presso il “Suor Orsola
Benincasa”, e Fotografia e Diritto d’autore presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli; Dario Bavaro,
direttore artistico; Carmine Petrarcaro, architetto; Stefania Marotti, giornalista e critica d’arte. Il
dibattito sarà moderato da Antonietta Gnerre, scrittrice. Saranno presenti anche i membri della
famiglia Leone.
“È doveroso promuovere iniziative culturali di questo genere, soprattutto quando sono rivolte alla
promozione storico-artistica del territorio – commenta il sindaco Emanuele Aufiero – Attraverso il
concorso artistico intendiamo innanzitutto omaggiare una famiglia come i Leone, ma allo stesso
tempo incentivare e valorizzare gli artisti nostrani affinché con il loro estro possano rendere
l’Irpinia una terra ricca di bellezza”.

Articolo precedente“Storia dell’Italia corrotta”: a Piano di Montoro arriva Isaia Sales
Articolo successivoTorre Le Nocelle, incendio in un deposito di rifuti
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.