Prata in fermento per la Fiera dei sapori e delle strade del vino

16 Agosto 2013

Tutto pronto per la seconda edizione della “Fiera dei sapori e delle strade del vino”, due giorni di cultura, storia e tradizioni voluti dall’associazione “Fiere ed Eventi” di Prata Principato Ultra. “Sapori e tradizioni: opportunità di sviluppo”. Questo è il tema del convegno che sabato 24 agosto, dalle ore 18.00 inaugurerà la seconda edizione dell’evento. Il dibattito, che si svolgerà nel cuore di Prata, in piazza Freda, vedrà i parlamentari irpini confrontarsi sui temi di più stretta attualità: Valentina Paris (Pd), Cosimo Sibilia (Pdl), Angelo D’Agostino (Scelta Civica) e Giancarlo Giordano (Sel) saranno i protagonisti del confronto.
Subito dopo il dibattito partirà la serata dedicata alla musica di ‘Nduccio e la sua band. Germano D’Aurelio, nome d’arte ‘Nduccio è un musicista, cantautore e cabarettista abruzzese. I suoi spettacoli sono caratterizzati dalle sue canzoni folk originali insieme ad una band di supporto (il Sentimento Agricolo) e da un coinvolgente spettacolo di cabaret. Oltre allo spettacolo musicale di ‘Nduccio le strade del paese saranno arricchite da stand enogastronomici e artigianali.
Riflettori puntati, domenica 25 agosto, su Marcello Colasurdo, il re indiscusso delle tammorre. Colasurdo, interprete della canzone tradizionale campana e voce storica degli Zezi, di cui è stato componente per diciotto anni, è dal 1996 il leader dei Marcello Colasurdo Paranza.
Numerose le sue collaborazioni dal vivo o in studio con i rappresentanti della musica popolare (o ad essa collegati) italiana, dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare ai Modena City Ramblers; dagli Almamegretta ai 99 Posse; dalla Orchestra Popolare Campana a Daniele Sepe. Marcello Colasurdo è inoltre interprete autodidatta di cinema e teatro, lavorando per registi come Federico Fellini al cinema, e Mario Martone al teatro.
Durante le due serate le strade del paese esploderanno di euforia grazie ai gruppi folkloristici presenti lungo tutto il percorso fieristico caratterizzato dai sapori ed odori irpini. L’evento è stato realizzato in collaborazione con la comunità montana Partenio Vallo di Lauro che ha mostrato forte interesse per questo contenitore di cultura e storia, forza indiscussa della provincia avellinese.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.