Balata e Sibilia contro Ghirelli che si difende: “Deciderà la Figc”

Balata e Sibilia contro Ghirelli che si difende: “Deciderà la Figc”

20 Aprile 2020

Lega B e Lega Nazionale Dilettanti, attraverso i rispettivi presidenti Mauro Balata e Cosimo Sibilia, hanno aspramente critica le proposte del Consiglio Direttivo della Lega Pro che dovranno essere votate in Assemblea di Lega il 4 maggio per poi finire, se approvate, in Consiglio Federale Figc per l’eventuale definitivo via libera.

E’ proprio quest’ultimo passaggio che il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, inviperito per la fuga di notizie evidentemente riservate ai 60 presidenti di Serie C, ha voluto precisare:

“Sono arrabbiatissimo con chi ha fatto circolare pubblicamente la lettera. I presidenti l’avevano per preparare l’assemblea. Perché lo ha fatto questo scienziato? Ha ottenuto che una proposta da sottoporre all’assemblea è diventata oggetto di dibattito esterno e di pressione sui presidenti. Ed, ora, leggo anche sulla Lega. Stiamo sereni, ago e filo, perché poi dovranno ognuno di loro dire, in consiglio federale, che cosa vorranno fare. Stiamo, tutti tranquilli, la proposta sarà sottoposta al consiglio federale che è il dominus. La chiusura la deve deliberare il Consiglio federale, certamente tenendo in grande considerazione la delibera, ove ci fosse, dell’assemblea di Lega Pro. Ma come si fa a discutere senza una proposta? Per questo doveva rimanere la proposta all’interno della Lega proprio per correttezza istituzionale ed, anche, per evitare prese di posizioni senza senso di qualche componente che è meglio che studi la regolamentazione federale. In merito alle singole ipotesi non mi esprimo per correttezza all’assemblea. Non voglio ricordare il passato a chi parla di spirito di squadra, per non alzare la polemica e per amor di patria.
Questa confusione cerca di far dimenticare il secondo punto all’odg in assemblea. Per essere credibili come Serie C dobbiamo sapere che il maledetto virus ha solo accelerato e drammatizzato la situazione già complicata e quindi dobbiamo procedere verso il cambiamento. Non parliamo di aggiustamenti; con PwC, ci siamo posti il tema del Piano Strategico per la serie C. Dico le parole chiave: discontinuità per ripartire in modo strutturato , per riformare e reinventare. Dobbiamo avere il coraggio di abbandonare la strada dei fallimenti di questi anni. E’ questa riforma vera che mette paura”.

Le cinque proposte del Consiglio Direttivo della Lega Pro:

1) la definitiva sospensione del campionato di Serie C della stagione sportiva 2019/2020,

2) il blocco delle retrocessioni dalla Serie C al Campionato LND al termine della  stagione 2019/2020,

3) la promozione in Serie B di quattro società: le tre società che, alla data odierna, risultano prime in classifica nel rispettivo girone di Serie C ed una quarta società individuata tramite sorteggio tra tutte quelle che, alla data odierna, risultano in una posizione di classifica, nel rispettivo girone di Serie C, che consentirebbe loro l’accesso alla fase playoff: il sorteggio dovrà essere effettuato utilizzando lo stesso format/tabellone previsto per la disputa dei playoff,

4) il blocco dei ripescaggi in Serie C per la stagione 2020/2021 in conseguenza del maggior numero di club che, con il blocco delle retrocessioni avrebbero titolo per richiedere l’ammissione al campionato di  Serie C 2020/2021.

5) il mantenimento di eventuali ripescaggi in Serie B per la stagione 2020/2021.