Picerno-Avellino, attesa per la prevendita: ecco perché è slittato il via

Picerno-Avellino, attesa per la prevendita: ecco perché è slittato il via

12 Settembre 2019

di Claudio De Vito. “Per l’incontro di calcio Picerno – Avellino, connotato da profili di rischio, l’Autorità Provinciale di P.S. di Potenza, previa riunione con le società sportive interessate, è pregata di valutare la fattibilità dell’attuazione della seguente misura organizzativa: implementazione del servizio di stewarding; rafforzamento dei servizi, anche nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, come previsto da specifiche disposizioni di settore”.

E’ quanto si legge nella determinazione 35/2019 dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. Secondo l’organismo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Viminale esiste un rischio basso, di livello 2, legato all’ordine pubblico per la partita in programma domenica alle 17.30 a Potenza. Ad accendere la spia del rischio è stata la locale Questura che ha segnalato all’Osservatorio un episodio, accaduto circa venti anni fa, che vide coinvolti supporters dell’Avellino e del Potenza.

Ecco perché la prevendita per il settore ospiti dello stadio “Alfredo Viviani” scatterà soltanto in giornata dopo la riunione del Gos convocata presso la Questura del capoluogo lucano. Il Gruppo operativo per la sicurezza valuterà le misure – non di rigore proprio sulla scorta del livello di rischio stabilito – suggerite dall’Osservatorio. A seguire, nel pomeriggio, dovrebbe arrivare il via libera per la vendita dei cinquecento tagliandi a disposizione della tifoseria biancoverde al costo di 10 euro sul circuito di vendita Go2.