Petitto contro D’Amelio: ci vuole l’ “ergastolo politico”

Petitto contro D’Amelio: ci vuole l’ “ergastolo politico”

25 Marzo 2020

di Andrea Fantucchio – Dopo il duro botta e risposta tra il sindaco di Avellino Gianluca Festa e Rosetta D’Amelio, Presidente del Consiglio Regionale, Livio Petitto, esponente del PD, prende le parti del Primo Cittadino.

“Non posso far altro che esprimere tutta la mia solidarietà al caro amico sindaco di Avellino Gianluca Festa per l’attacco gratuito ed inopportuno che gli ha riservato una delle più alte cariche Regionali. Capisco che in tempi di quarantena non ci sono molti nastri da tagliare e questo rende nervosi ,ma ,come può una figura istituzionale usare un linguaggio del genere nei confronti di un sindaco […]”

Queste le dure parole di Petitto, che critica le posizioni della D’Amelio.

Precedentemente Festa aveva richiamato la Regione, pretendendo un piano straordinario per Avellino sul modello “Corea”.

La D’Amelio, sentendo l’appello, ha quindi invitato il Presidente della Regione Vincenzo De Luca a presentare denuncia per procurato allarme.

Petitto quindi si allinea alla posizione di Festa e lo appoggi anche sulla volontà di voler fare “tamponi a tappeto”. E’ infatti di ieri l’annuncio di un ordine del Comune di Avellino di 5000 kit per i tamponi.