Perquisizione a casa del Sindaco Festa: indagato per i fondi alla Del.Fes

0
4520

AVELLINO- I Carabinieri del Nucleo Investigativo, nella prima serata di ieri, hanno perquisito l’abitazione del Sindaco di Avellino, Gianluca Festa, nell’ambito dell’inchiesta che qualche giorno fa aveva portato gli stessi militari anche ad eseguire altrettanti decreti di perquisizione presso gli uffici comunali di Avellino, in particolare quello della dirigente Filomena Smiraglia e presso studi ed abitazioni di Diego e Fabio Guerriero.

I militari dell’Arma hanno eseguito un decreto di perquisizione e sequestro firmato dal pm che coordina le indagini, il sostituto procuratore Vincenzo Toscano.

Le ipotesi che hanno portato alla perquisizione a casa del Sindaco di Avellino sono relative ai finanziamenti sponsorizzazioni alla società di basket Del.Fes, per cui al primo cittadino di Avellino e a due professionisti vengono contestate in concorso le stesse provvisorie imputazioni che sono state oggetto della precedente perquisizione.

Le attività dei militari del Nucleo Investigativo si sarebbero concluse nella prima mattinata di oggi.

A quanto pare, la perquisizione ha avuto esito negativo. Come si legge in una nota diffusa da Palazzo di Città:

“In data 5 marzo 2024, alle ore 20:30 circa, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Avellino hanno dato esecuzione ad un decreto di perquisizione disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Avellino, Dott. Vincenzo Toscano, in danno, tra gli altri, del Sindaco di Avellino, Gianluca Festa.

Il provvedimento era motivato dalla necessità di ricercare elementi di riscontro alla tesi dell’accusa, secondo la quale il Sindaco avrebbe favorito alcune sponsorizzazioni di imprese private in favore della Del.Fes, società di basket avellinese militante nel campionato nazionale di serie B.

La perquisizione, eseguita in tutti i luoghi nella disponibilità del Sindaco non ha fruttato elementi a riscontro delle incolpazioni.

“Ferma restando la legittimità e la doverosità dell’attività investigativa, più volte auspicata dallo stesso Sindaco – continua la nota da Palazzo di Città – non si può non esprimere il più profondo sconcerto per la costruzione dell’addebito sotteso al decreto di perquisizione, dal momento che è fatto noto a chiunque in città che il Dott. Gianluca Festa, per anni, ha sostenuto la società di basket anche con proprie risorse economiche e come da tale impegno non abbia tratto alcun utile. Nella tarda mattinata di oggi il Sindaco convocherà una conferenza stampa sulla vicenda”, conclude il comunicato.