Perde il controllo del tir, si ribalta: pomodori sulla Napoli-Bari

0
129

Il nostro sistema viario viene “aggredito”, durante tutto il periodo estivo, dai viaggi dell’oro rosso. Una quantità incredibile di mezzi massicci ed ingombranti che trasportano i pomodori appena raccolti dai coloured verso i lontani stabilimenti di lavorazione e trasformazione. Li vedi scorrazzare dappertutto e la loro mole incute rispetto e timore. Sbucano dai tratturi di campagna, guadagnano rapidamente le strade provinciali, nazionali e le autostrade e, nell’arco di poche ore, li vedi ritornare caracollando con i cassoni vuoti, pronti per un altro viaggio. Non provate a sorpassarli, perché sono mezzi potenti che raggiungono velocità insospettabili, considerando la mole e il peso del carico. E gli autisti hanno “ragione” a correre come forsennati: trasportano merce preziosa, deperibile e ogni momento è utile per garantire la freschezza e la qualità del prodotto. Ma corrono anche nel viaggio di ritorno, anzi di più, se possibile. I motori potenti, in affanno e sotto sforzo per il peso greve durante il viaggio di andata, ora, scrollatosi di dosso il carico, recuperano freschezza e corrono come cerbiatti, felici e leggeri, come per una riconquistata libertà. Anche in questo caso è prudente non sorpassare. Avete visto le traiettorie fantasiose tracciate dai rimorchi, specie nelle curve delle stradine provinciali o delle strade statali? Vagano di qua e di là, utilizzando al massimo il gioco dei ganci di traino. Il vento sibila tra i cassoni vuoti e tutta la struttura sobbalza sull’asfalto spesso rappezzato, producendo uno sferragliare quasi assordante. Quando li sentiamo giungere alle nostre spalle, facciamo loro strada perché hanno una fretta maledetta: altri cassoni sono colmi e pronti per un nuovo viaggio e la strada dal luogo di coltivazione a quello di trasformazione è lunga. Può sembrare una bella storia ma, purtroppo, questo racconto non inizia con “C’era una volta…” ma con “Sfiorata la tragedia”: ieri mattina, infatti, sulla Napoli-Bari è andata in scena la prima “pagina nera sull’oro rosso” dell’estate 2005. All’altezza del chilometro 90, tra Vallata e Grottaminarda in direzione Napoli, un tir carico di pomodori ha improvvisamente perso il controllo ed ha terminato la sua corsa capovolgendosi su se stesso. Un incidente che ha mandato in tilt la circolazione veicolare in quanto il traffico è stato bloccato, per circa una trentina di minuti, perchè l’asfalto era totalmente ricoperto dall’oro rosso. Sul posto si sono portati gli Agenti della Polstrada che hanno provveduto a ripristinare la circolazione, su una sola corsia, mentre i Vigili del Fuoco provvedevano al recupero del mezzo pesante. E’ stato solo per un caso fortuito che non è andata in scena la tragedia: è vero che l’oro rosso è una delle risorse principali della nostra terra, di cui siamo i maggiori produttori ma non è per cattiva volontà, ma è solo per essere sicuri… La fretta, si sa, è sempre cattiva consigliera. (Emiliana Bolino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here