Pecoraro Scanio in Irpinia parla di rifiuti, sicurezza e ambiente

0
10

Il caso Difesa Grande si ‘abbatte’ su Mercogliano. In Irpinia, su invito dell’Abate Tarcisio Nazzaro e della locale sezione dei Verdi, il Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio non si è sottratto dall’esprimere le proprie considerazioni sull’emergenza rifiuti in Campania. Da tempo il numero uno del Sole che Ride si era fatto portavoce presso il Prefetto Catenacci della delicata, quanto impellente, situazione regionale. Invitandolo più volte alla mediazione. “Ho sollecitato in diverse occasioni il Commissario Straordinario – spiega il Ministro – ad intavolare con le comunità locali una discussione sull’argomento. Concordando e concertando i passi per un confronto interistituzionale che portasse all’individuazione di soluzioni definitive”. Pecoraro Scanio ha, inoltre, ribadito l’importanza della differenziata, punto di partenza per l’attivazione di un processo completo ed integrato di smaltimento. Sul tavolo anche la questione ‘sicurezza’. Un problema, quello della criminalità, che a sentire il Presidente Nazionale dei Verdi, richiede la definizione di un piano strategico di sicurezza. Non senza capillari azioni di controllo e prevenzione sul territorio da parte delle Forze dell’Ordine. Dopo la visita all’Abbazia di Loreto, il Ministro dell’Ambiente, accompagnato dal Segretario Provinciale del Sole che Ride Gianluca Festa, dal neo assessore provinciale Walter De Pietro e dagli amministratori del Comune di Mercogliano, ha fatto tappa a Montevergine per constatare di persona lo stato di abbandono in cui versa la Base Nato. Contro la struttura militare si è da tempo costituito un comitato per la raccolta delle firme a favore dello smantellamento del complesso. Iniziativa abbracciata dallo stesso Ministro che ha garantito il suo sostegno in Parlamento. (mari.mo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here