Pdl, appello del sindaco Colella: “Il partito in provincia non c’è”

0
1

Il sindaco di San Nicola Baronia, Francesco Colella lancia il suo appello ai primi cittadini irpini in quota Pdl. “Con il passare dei giorni – osserva – purtroppo troppa gente non si accorge che ci stiamo avvicinando inevitabilmente alle elezioni politiche anticipate. L’eco che giunge dalla capitale non è più quello tanto enfatizzato dal voto di fiducia del 14 Dicembre dello scorso anno, ma riecheggia nell’aria lo sdegno per le vicende che purtroppo vedono protagonista in negativo il ns. Presidente del Consiglio e fondatore del PDL. Noi anche siamo sdegnati per l’azione mediatica e degli organi di stampa, ma principalmente per la strumentalizzazione che parte della magistratura politicizzata sta facendo a danno del Presidente Berlusconi, il quale però di suo , ha messo tutto il materiale possibile perché ciò si realizzasse. Sono tutti impegnati a far sì che l’allontanamento degli elettori avvenga ancora con più decisione. Lo scenario che si sta delineando è quello della ricerca spasmodica di chi più possa creare danni ad un elettorato già smarrito e indignato per le vicende di cui tanto si parla oggi, a tal punto che la morte di un soldato in Afganistan è ritenuto di second’ordine rispetto alle note vicende di “ Letto “.
Come Sindaco del PDL al gioco al massacro non ci sto. E credo che questa mia analisi possa essere condivisa da molti primi cittadini. Qui in provincia di Avellino , si rincorrono i protagonisti di prima linea del PDL alla ricerca di chi debba ricoprire il ruolo di coordinatore provinciale al posto della già scomparsa on. Giulia Cosenza( si sono perse le tracce della sua partecipazione alla vita politica provinciale ). Nel mentre i problemi della ns. gente aumentano, per la mancanza di lavoro , per la crisi economica che attanaglia il ns. paese , ma soprattutto anche per l’azione “ purtroppo” della lega nord a sfavore delle zone del meridione, da noi si litiga perché qualcuno ricopre più incarichi “ politici “.

Dopo anni siamo riusciti a conquistare Palazzo Caracciolo e la Presidenza dell’Alto Calore, siamo chiamati ad amministrare diverse amministrazioni comunali e allo stesso tempo a contribuire a dare una svolta alle nostre zone . Oggi che abbiamo la fortuna di avere il Presidente della Giunta Regionale on.le Caldoro, persona seria competente e di espressione PDL , ci corre l’obbligo suggerire lo sviluppo che intendiamo dare alla nostra provincia .
Anziché dividersi su tutto , bisogna unire le forze e dare una svolta nella consapevolezza che oggi il partito a livello provinciale è allo sbando. Sembra strano, ma non tutti i sindaci PDL della provincia conoscono i colleghi di partito. Allora anziché litigare a chi debba ricoprire la carica di coordinatore , si cerchi chi sul territorio ha la possibilità di dedicarsi a curare quello che del partito resta, e non di rincorrere ulteriori cariche non avendo poi la possibilità di risolvere i problemi dei militanti. L’appello che rivolgo ai colleghi sindaci è di riunirci per poter insieme con i parlamentari e chi fino ad oggi ha ricoperto cariche di partito, trovare sul territorio chi possa dedicarsi alla guida del partito, senza “ subire “ le indicazioni Regionali e Nazionali che porterebbero ulteriormente malcontento nell’elettorato. Tali indicazioni calate dall’alto, hanno già portato danni alla nostra provincia (Giunta Regionale ), e che continua ad essere vessata rispetto alle zone metropolitane. Altrimenti, nell’ipotesi concreta di elezioni anticipate , con quale coraggio possiamo chiedere il consenso per un partito che a livello provinciale non c’è ? ”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here