Pd, il fronte anti De Blasio (senza Ricciardi) pronto a sfiduciare il segretario

Pd, il fronte anti De Blasio (senza Ricciardi) pronto a sfiduciare il segretario

6 Novembre 2015

Prende corpo l’ipotesi della sfiducia al segretario provinciale del Pd Carmine De Blasio.

Secondo quanto emerso, stamane i referenti delle aree che si contrappongono alla segreteria provinciale hanno tenuto una riunione informale per predisporre le prossime mosse e giungere così ad una risoluzione dell’intricato rebus di via Tagliamento.

Al summit hanno preso parte Beniamino Palmieri per l’area che fa riferimento al deputato Luigi FamigliettiVanni Chieffo ed Ivo Capone per la componente del presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, Francesco Todisco e Gianluca Festa, ovvero quanti – sabato scorso, a margine dell’assemblea provinciale dei democratici irpini – avevano sottoscritto un documento che di fatto promuoveva l’azione di sfiducia al segretario.

Significativa, in tal senso, è stata però l’assenza al vertice di stamane di Toni Ricciardi e dei suoi referenti.

Dal vertice è emersa dunque la volontà di formalizzare la sfiducia a De Blasio.

Ora toccherà raccogliere almeno 51 firme perchè la mozione di sfiducia possa avere seguito, così come occorrerà la presenza fisica degli almeno 51 sottoscrittori (ovvero la maggioranza più uno) del documento nella prossima assemblea provinciale perchè quella che oggi appare essere una semplice espressione di volontà possa tradursi in azione concreta.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.