PD, i Ds di Ariano sollecitano l’assemblea degli iscritti

0
12

Ariano Irpino – “Stiamo per affrontare una grande ed entusiasmante trasformazione politica. Fra pochi mesi ci troveremo con il Partito Democratico che accoglierà tutte le forze profondamente riformiste del nostro paese”. Si apre così il documento votato all’unanimità dalla mozione Fassino dei Ds di Ariano Irpino, in seduta straordinaria per fare il punto sul nuovo progetto politico unitario. “Nel nostro territorio – continua il documento – questo si traduce in un denso momento di confronto e creazione di contenuti nuovi fra due forze di antica tradizione e nell’ingresso della società civile che aprirà il Partito Democratico a sensibilità politiche fino ad ora escluse o inespresse. Per questo avvertiamo l’esigenza ineludibile di una nuova classe politica che sappia interpretare questa fase. Sono ormai passati quasi quattro mesi dal congresso in cui l’elezione degli organismi dirigenti è stata spostata a data da definirsi. In previsione della costituente del Partito Democratico, arrivare privi di una classe dirigente si configura come un atteggiamento autolesionista. Tenendo conto che le percentuali del congresso sono state alterate dalla scelta di alcuni compagni verso la formazione politica Sinistra Democratica, contraria al Partito Democratico; che l’accordo di giugno posto in opzione dalla dirigenza della federazione dei DS non ha trovato unanime possibilità di impiego; che il partito locale ha già dovuto effettuare in modalità acefala delle indicazioni fondamentali a livello provinciale; che sono passate due settimane dalla missiva inviata al presidente del congresso Pasqualino Miano e al Segretario Provinciale Carmine Russo in cui si chiedeva una soluzione immediata a questa condizione di sospensione insostenibile per la democrazia interna di un partito; sulla base di queste considerazioni – si conclude il documento – la componente Fassino dell’incompiuto congresso dei Democratici di Sinistra di Ariano Irpino, chiede improrogabilmente entro il 4 agosto la convocazione dell’assemblea degli iscritti, quale irrinunciabile momento di libero e schietto confronto e costruzione di idee, proposte, riflessioni e verso il rinnovo di una necessaria classe dirigente locale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here