Parcometri: passa la delibera, soddisfatto il sindaco Galasso

0
7

Avellino – Finalmente è stato chiuso il ‘caso residenti’. Almeno così spera il primo cittadino Giuseppe Galasso dopo la riunione di Giunta che si è avuta questa mattina a Palazzo di Città avente ad oggetto i parcometri. “Dopo tante polemiche, proteste, prese di posizione da parte dei cittadini, l’Esecutivo ha messo nero su bianco il nuovo dispositivo inerente alla sosta della prima auto per i cittadini che risiedono nelle zone interessate dal nuovo sistema. Diverse sono state le riunioni di Giunta. Non abbiamo sottovalutato la problematica come molti hanno sostenuto in queste settimane. Abbiamo voluto valutare bene la questione prima di procedere alla delibera e quindi all’ufficializzazione del nuovo atto amministrativo. Sicuramente le polemiche non si concluderanno con il provvedimento di oggi… ne siamo ben consapevoli. Ma la Giunta è soddisfatta del lavoro svolto”. Come ha evidenziato lo stesso Galasso “…abbiamo preso spunto non dal sistema attuato in altre città ma dalla delibera di Giunta del Comune di Avellino del 1998. Così come in questi giorni avevamo ipotizzato, oggi la decisione è definitiva”. Insomma il ‘nodo residenti’ è stato sciolto: nello specifico, in quelle aree della città delimitate dalle cosiddette “strisce blu” i cittadini non possessori né proprietari di un garage o di un posto auto, avranno diritto al parcheggio per la prima vettura e pagheranno 7,5 centesimi all’ora contro i 75 centesimi ogni sessanta minuti mentre quelli residenti nella “zona arancione” pagheranno 5 centesimi all’ora. Insomma, per la prima macchina i ‘cittadini-protagonisti’ avranno un’agevolazione pari al 10 per cento di quella prevista dalla precedente delibera di Giunta che regola il nuovo sistema di sosta attraverso i parcometri. Ma le novità non finiscono qui. Lo ‘staff’ del sindaco Galasso nei prossimi giorni sarà impegnato ad individuare, con l’ausilio dell’assessore alla Mobilità Raffaele Pericolo, le cosidette ‘zone franche’ ovvero quelle aree, delimitate da strisce bianche dove per sostare non si dovrà pagare nulla. Con molta probabilità l’attenzione sarà data alle zone limitrofe al Mercatone, a Campetto Santa Rita e a Viale Italia. Ma per il momento questa resta solo un’ipotesi visto che con molta probabilità il ‘Comitato dei residenti’ presieduto da Raffaele Stella scenderà di nuovo in piazza: le premesse ci sono e non si può escludere che possa fare ricorso al Tar…una volta diventato persona giuridica o rappresentato da qualche associazione iscritti. (emil.bol)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here