Parco Palatucci, il Vescovo inaugura e benedice la fontana “in memoria dei caduti e dei reduci della guerra Covid-19”

Parco Palatucci, il Vescovo inaugura e benedice la fontana “in memoria dei caduti e dei reduci della guerra Covid-19”

14 Settembre 2020

Alpi – “In memoria dei caduti e dei reduci della guerra Covid-19”. Una guerra. Per Monsignor Arturo Aiello, l’Italia, il Paese, il mondo e, dunque, la provincia di Avellino, hanno combattuto una vera e propria guerra. Contro il coronavirus, un nemico invisibile che tarda ad essere sconfitto. Ma che viene combattuto strenuamente.

Anche con segnali che possono sembrare piccoli ma che, invece, hanno un valore altissimo. Ieri sera il Vescovo di Avellino, a Parco Palatucci – un polmone di verde del capoluogo irpino ritrovato soprattutto grazie all’impegno della Curia – alla presenza del Prefetto Paola Spena, ha inaugurato – dopo la consueta Messa estiva, celebrata all’aperto proprio per consentire un afflusso di persone maggiore, comunque nel pieno rispetto delle normative anti-covid – la fontana delle lacrime, in ricordo, per l’appunto “dei caduti e dei reduci della guerra Covid-19”.

Un momento bello, intenso e toccante, che ha aperto il cuore delle tante persone presenti, un una bella serata di metà settembre.