Panda a prezzo scontato, ma era una truffa: 40enne sparisce dopo aver ritirato 1.600 euro

Panda a prezzo scontato, ma era una truffa: 40enne sparisce dopo aver ritirato 1.600 euro

11 Aprile 2019

I Carabinieri di Montella hanno deferito un quarantenne ritenuto responsabile del reato di truffa.

L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta dalla vittima che, nel tentativo di acquistare di una Fiat Panda su un sito di annunci, ha versato 1.600 euro al fittizio venditore.

L’uomo non è riuscito ad evitare la truffa nonostante avesse contattato l’inserzionista per avere maggiori chiarimenti e per ridurre al minimo il rischio di un raggiro. Infatti, il venditore per convincere la vittima si era reso disponibile a fornire foto anche dei documenti circolazione dell’auto e dell’identità dell’intestatario, ma una volta ricevuto il denaro si è reso irreperibile.

I Carabinieri sono riusciti ad identificare il truffatore in un 40enne di Brescia, con precedenti penali, che è stato deferito alla Procura della Repubblica.

Si ricorda l’importanza di saper riconoscere le situazioni più a rischio e, di conseguenza, i comportamenti da assumere, diffidando sempre degli acquisti oltremodo convenienti, trattandosi di una truffa o di prodotti rubati.