Pallavolo – Il Gsa Ariano batte senza patemi la corazzata Ischia

9 Gennaio 2006

Comincia con una vittoria, sulla temuta Ischia, il nuovo anno per gli arianesi del volley. Il campo ha decretato un 3-1 a favore dei biancorossi del Tricolle che hanno affrontato questa gara con una serie di difficoltà legate alla carenza di organico a disposizione. Per far fronte alla lunga pausa natalizia, la società ed il tecnico hanno strutturato un programma di lavoro ed organizzato tornei con l’intento di tenere viva concentrazione e tono agonistico degli atleti, in vista, anche, dell’importante impegno di Sabato 7 gennaio. Circostanze sfavorevoli hanno vanificato tutta la fase di preparazione alla gara ed hanno costretto mister Medici a cambiare atteggiamento tattico e formazione, a poche ore dall’ inizio del match. Organico risicato, quindi, mancavano all’appello Roviello, Salza e Santuoro, inoltre lo schiacciatore Cocca, che nel corso della settimana era stato colpito dall’influenza si è aggregato al gruppo solo all’ultimo momento. Coach Medici è ormai un tecnico navigato che non si piange addosso, ma fa di necessità virtù. Prima rinfoltisce l’organico chiamando in extremis Speranza, Sorrentino, Flammia e poi mette in campo una formazione inedita con: Antonio Grasso (alzatore), L.Savino (opposto), S.Pepe e G.Caso (centrali), R.Ninfadoro e Angelo Grasso (schiacciatori), P.Boccuni (libero). Parte subito bene il G.S.A. che controlla il gioco e detta il ritmo della partita e grazie ad una efficace e saggia gestione del servizio si aggiudica i primi due set: 25-19 / 25-21. Sul due a zero sembra quasi fatta per i padroni di casa, ma Mario Cambria ed suoi atleti non vogliono tornare sull’isola a mani vuote. L’allenatore ischitano chiama in gioco Ferrandino e Di Iorio e rimette nel suo ruolo naturale il centrale Armidoro, l’assetto di squadra, così strutturato, risulta il migliore possibile. Gli ospiti ”aggrediscono“ subito con trame di gioco che sorprendono gli arianesi ed il punteggio assume connotati che non ti aspetti con parziali che vedono gli uomini di Cambria in netto vantaggio: 8-1, 12-3. A questo punto Medici dimostra di essere un tecnico capace di condurre una squadra di livello ed organizza con maestria una strategia per far fronte al delicato momento. Due sostituzioni: entrano Sorrentino e Cocca per Grasso e Ninfadoro, la squadra rientra in gioco e con pazienza inizia un recupero fino a meno 4 dagli avversari. Il ritorno è, comunque, tardivo e gli ospiti si aggiudicano il set per 25-19. Quarto set in equilibrio fino al 18 pari, poi gli atleti del presidente La Vita gestiscono in modo ottimale il finale ed è vittoria 3-1. Per mister Medici questa è una vittoria che vale oro, ottenuta nei confronti di una formazione fortissima alla quale siamo legati da profonda amicizia e da una storica e sana rivalità sportiva. Dal canto nostro, continua l’allenatore di casa, avevamo necessità di punti per consolidare la classifica ed anche questa volta siamo stati capaci di superare le difficoltà, fornendo una prova di squadra superlativa per impegno e collaborazione in campo. Ed ora dichiara il dirigente Fausto Filomena: “ Il nostro team occupa il secondo posto in graduatoria e l’obiettivo da conseguire è la promozione. La vittoria di sabato scorso chiude un ciclo di risultati positivi ottenuti in casa G.S.A. infatti nel doppio confronto con lo Sporting Montecalvo, affermazione sia della compagine U.16 femminile che della compagine U.18 maschile. A completare il quadro delle attività societarie è d’obbligo segnalare che il 5 gennaio si è svolta la “festa dell’accoglienza dello sportivo” una kermesse di volley ed attività ludiche alle quali hanno preso parte i ragazzi iscritti ai Centri di avviamento allo sport ed i loro genitori”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.