Orrore Siria, scoperta una fossa comune a Raqqa. “Potrebbero esserci 200 corpi”

0
6
This undated frame grab from video posted online Monday, May 29, 2017, by the Aamaq News Agency, a media arm of the Islamic State group, shows people inspecting damage from airstrikes and artillery shelling in the northern Syrian city of Raqqa, the de facto capital of the IS. Airstrikes have intensified over the past days as U.S.-backed fighters have marched toward the city, getting closer to besieging it from all sides. (Aamaq News Agency via AP)

Ogni angolo della Siria ‘custodisce’ gli orrori di una guerra senza fine anche lì dove i conflitti sembrano apparentemente distanti: a Raqqa, l’ex capitale dello Stato islamico nel nord della Siria, è stata scoperta una fossa comune che potrebbe contenere fino a 200 corpi.

La notizia è stata data da un funzionario della città, Abdallah al-Eriane. La stessa fonte ha riferito che finora sono stati recuperati circa 50 cadaveri di civili e miliziani.

La fossa era stata scavata sotto un campo di calcio, vicino all’ospedale che fu l’ultima trincea dell’Isis in città prima di essere cacciati nell’ottobre del 2017.