Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Avellino, eletto il nuovo presidente: è Antonio Capone

Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Avellino, eletto il nuovo presidente: è Antonio Capone

29 Settembre 2021

Antonio Capone è il nuovo presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Avellino. Capone è stato eletto tra i componenti del nuovo consiglio.

La neo compagine per il quadriennio 2021/2025 risulta così costituita:  Dott. Agronomo Capone Antonio Presidente; dott. Agronomo Castelluccio Francesco Vicepresidente; dott. Agronomo Antonio Dello Iacono Consigliere segretario; dott. Forestale Mara Nardiello Consigliere Tesoriere; dott. Agronomo Luigi Salvatore Carfagno Consigliere; dott. Agronomo Mariano Fusco Consigliere; dott. Forestale Salvatore Moscariello Consigliere; dott. Agronomo Maurizio Petrillo Consigliere; dott. Agronomo Junior Giovanna Lambiase Consigliere. 

“È un momento per me molto importante sia dal punto di vista professionale sia per il legame che ho con l’ordine – spiega il neo-presidente Capone -. Ho avuto modo in questi anni da vicepresidente di vedere l’attaccamento e la passione che i miei colleghi hanno per questa nostra bella professione. Abbiamo dato il massimo, iniziato un percorso con le precedente consiliature che dobbiamo ancor di più elevare  e ci siamo riproposti. Ho un consiglio con grandi professionisti con specifiche competenze, il mio mandato si baserà sul valore della squadra.

Il nuovo Consiglio nutre ambiziosi obiettivi e seguirà il solco già tracciato dal precedente, ovvero puntare ad una maggiore notorietà delle figure professionali che rappresenta”.

“Gli obiettivi – aggiunge Capone – saranno  di lavorare sulle tematiche territoriali, sui rapporti con le istituzioni locali regionali e nazionali. Collaborare con centri di ricerche e università,  valorizzare ancora di più l’ordine professionale.

Gli ambiti di competenza professionale sono molteplici ed importanti. Vanno dal settore agroalimentare a quello del verde urbano, dall’estimo alla produzione sempre più sostenibili, dalla progettazione territoriale alla cura del paesaggio, dalla gestione dei boschi alla prevenzione del dissesto idrogeologico”. 

“La nostra figura  professionale, – sottolinea il neo-presidente – oggi più che mai, è al centro di importanti misure economiche comunitarie e nazionali di notevole portata quali, il Green Deal – l’agricoltura sostenibile – la transizione ecologica

La consiliatura del prossimo quadriennio sarà caratterizzata da numerose sfide finalizzate al raggiungimento di una maggiore affermazione della nostra figura professionale nella società civile, nelle attività produttive e nella quotidianità di ogni singolo individuo”. 

“Colgo l’occasione – conclude Capone -per ringraziare tutti per la massiccia partecipazione al voto che ha contribuito a far sentire la vicinanza ad ogni singolo componente del nuovo consiglio”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente uscente Ciro Picariello: “Sono molto contento e tranquillo di consegnare il testimone a una persona molto valida. Ha competenze, professionalità ed esperienza notevoli. Ha collaborato con me in questi quattro anni per far crescere la nostra attività e per la difesa della professione.  E, soprattutto, mi ha supportato in tante situazioni difficili con la sua specifica competenza nella vitivicoltura. Il nuovo presidente, inoltre, è stato insignito come miglior agronomo d’Italia, dalla Vinoway Wine Selection. Un riconoscimento tutto meritato”.