VIDEO-FOTO/ Operaio morto, la Procura apre un’inchiesta: i lavoratori fermano la produzione

0
5548

La Procura di Avellino apre un’inchiesta a seguito della morte del 52enne originario di Acerra, operaio esterno della “FCA Stellantis Cia” di Pratola Serra. Il decesso del tecnico manutentore di una ditta di Foggia è avvenuto alle prime ore del mattino mentre effettuava un intervento nel reparto basamento motore, dove è rimasto schiacciato. Inutili i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del 118, prontamente intervenuti all’interno dello stabilimento. Sul posto anche i Carabinieri di Pratola Serra e Avellino, oltre all’ispettorato del lavoro e all’Asl.

Saranno gli inquirenti a cercare di fare chiarezza sulla dinamica e sulle cause in particolare che hanno portato al decesso dell’operaio. Nelle prossime ore il pm Luigi Iglio, magistrato di turno, insieme allo stesso Procuratore capo Domenico Airoma, oltre ad aprire un fascicolo per la morte dell’operaio, dovrebbero convalidare il sequestro del macchinario e dell’area della fabbrica dove è avvenuto l’incidente mortale. In attesa delle determinazioni che già saranno poi necessarie per avviare gli accertamenti irripetibili, ovvero l’esame medico legale, sarà importante la prima informativa che depositeranno i militari dell’Arma.

Nel frattempo operai e sindacati hanno incrociato le braccia, fermando la produzione della fabbrica. Cordoglio e vicinanza alla famiglia della vittima è stato espresso dalle segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Uglm e dalle Rsa. La sciopero a Pratola Serra è stato indetto per l’intera giornata di oggi.