Oasi di Conza… tra scoperte e censimenti

0
3

Conza della Campania – Il 21 gennaio il personale ACOWWF dell’Oasi ha osservato 7 esemplari di Oca Lombardella (Anser albifrons). Si tratta di una scoperta eccezionale perché è la prima segnalazione di questa specie nell’Oasi e una delle poche effettuate in Campania. La specie è indicata come migratrice irregolare nella regione. Le oche hanno sostato sui prati circostanti il lago, in una zona poco frequentata. Gli addetti hanno monitorato quotidianamente gli esemplari, sorvegliando il sito per evitare che qualcuno li disturbasse. Si tratta dell’ulteriore conferma dell’importanza del lago di Conza come sito di sosta per le specie ornitiche migratrici.

CENSIMENTO DELL’AVIFAUNA DELL’OASI. UN’ALTRA SPECIE NUOVA: LA COLOMBELLA
Columba oenas (SPECIE N. 153). Il personale dell’Oasi, con l’ausilio del dott. Claudio Mancuso, ha effettuato il censimento mensile dell’avifauna dell’Oasi. La maggior parte degli animali erano concentrati nel bosco igrofilo.
Le specie censite e gli esemplari conteggiati sono stati i seguenti:
Cormorano 245
Airone bianco maggiore 14
Airone cenerino 3
Colombella 1
Oca lombardella 7
Svasso maggiore 112
Fischione 72
Alzavola 93
Folaga 120
Germano reale 10
Mestolone 4
Canapiglia 4
Tuffetto 3
Gabbiano reale 12
Pavoncella 48
Oltre la presenza delle Oche lombardelle, da segnalare la prima osservazione di Colombella nell’Oasi, effettuata il giorno 23 gennaio da Mancuso e lo svernamento di n. 14 esemplari di Airone bianco maggiore Egretta alba che, per il secondo anno consecutivo, hanno deciso di trascorrere l’inverno nei pressi del centro visite dell’Oasi, approfittando delle zone in cui i Cinghiali “arano” il terreno.

ASSEMBLEA GENERALE DELL’INTESA PER LA GESTIONE DELL’OASI.
Il 31 gennaio, presso il centro visite, si è tenuta l’assemblea generale ordinaria dell’intesa per la gestione dell’Oasi. L’assemblea ha discusso e deliberato in merito alla programmazione del triennio 2008–2010 e ad alcune problematiche che affliggono l’Oasi, in particolare il pascolo nelle zone interdette e la chiusura dei varchi veicolari. Hanno partecipato per la Provincia di Avellino, l’assessore Antonio Petoia, l’arch. Francesco D’Onofrio e il geom. Nicola Di Paola; per l’Ente per lo sviluppo dell’irrigazione e la trasformazione fondiaria in Puglia, Lucania e Irpinia, l’ing. Di Trapani; per la Comunità Montana Alta Irpinia, l’ing Giuseppe Piciocchi; per il WWF Italia, il dott. Fabrizio Canonico; per l’ACOWWF, il dott. Adriano Argenio; per il Comune di Cairano, l’ing. Nittoli e per l’Acquedotto Pugliese l’ing. Felice Imbriani.
CENSIMENTO DELLE MICRODISCARICHE NELL’OASI.
Il personale dell’ACOWWF ha effettuato un censimento delle microdiscariche e dei rifiuti di varia tipologia accumulati sulle sponde del lago. Sono stati conteggiati circa 300 pneumatici che sono accumulati da circa 20 anni all’interno dell’Oasi nella zona dei prefabbricati. A questi si aggiungono rifiuti solidi urbani e vecchi elettrodomestici portati in parte dal fiume Ofanto e in parte dalla maleducazione di alcune persone.
Il problema è che la grande quantità e la tipologia speciale di molti rifiuti ne rendono oneroso lo smaltimento. La speranza dell’ACOWWF è che gli Enti preposti si facciano presto carico di questo problema e che cooperino per risolverlo, per evitare di rendere inutili tutti gli sforzi che il WWF e l’ACOWWF stanno facendo per promuovere l’Oasi come tappa del turismo naturalistico in Campania.

E’ IN DISTRIBUZIONE IL CALENDARIO 2008 DELL’OASI
E’ in distribuzione presso il centro visite dell’Oasi e presso il Comune di Conza della Campania il calendario 2008 dell’Oasi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here