Dopo la grande abbuffata natalizia, ecco i consigli per una sana alimentazione

14 Gennaio 2016

Archiviate le feste natalizie con annessi panettoni, spumanti, fritti e dolci vari si ritorna alla vita di tutti i giorni con il “duro problema” dell’alimentazione ma soprattutto con la stragrande maggioranza delle persone costrette a fare i conti con una bilancia che registra un (in)aspettato e gravoso aumento di peso e un organismo messo a dura prova.

Secondo studi approfonditi, durante le feste si sono accumulati dai 5 ai 7 chili e si è arrivati ad ingerire l’equivalente di oltre 10 mila calorie al giorno.

Mentre nelle donne l’abuso di dolci può aver favorito l’aumento della cellulite e la ritenzione idrica, negli uomini cibi salati e grassi sono stati un colpo basso per l’adipe viscerale.

Rimedi e consigli per rimettersi in carreggiata e recuperare un buono stato di salute ce li offre un’esperta nutrizionista, intervistata da IrpiniaNews, la dottoressa Marta Marini: “Durante le feste natalizie abbiamo tutti abbandonato i precetti della sana alimentazione, esagerando con l’introito di grassi e dimenticandoci dei cibi più salutari come quelli vegetali che devono assolutamente ricomparire sulle nostre tavole ogni giorno. La principale regola del mangiare poco e spesso è stata violata

La dottoressa ci illustra anche le possibili conseguenze di un abuso di grassi: “Negli adulti oltre ai grassi, durante le feste, c’è stato un grande consumo di alcool che li ha sviati dall’incamerare nell’organismo i soliti 2 litri d’acqua al giorno consigliati, che sono un vero e proprio toccasana per la funzionalità renale. Tra i danni maggiori che si possono riscontrare nel nostro corpo dopo pasti ricchi di grassi e poveri di fibre vi sono il reflusso gastroesofageo e svariati disturbi intestinali“.

Esaustivo e dettagliato il piano alimentare che la dottoressa Marini spiega alla redazione: “La regola numero uno è quella di consumare almeno 5 pasti al giorno con diverse percentuali caloriche. La colazione è sicuramente il pasto principale, dove è vivamente consigliato un frutto di stagione abbinato ad uno yogurt magro o latte scremato con una piccola porzione di cereali integrali da scegliere tra biscotti, fette biscottate o cornflakes.

A metà mattinata va bene anche un pasto concentrato su frutta o verdura di stagione, perchè queste hanno raggiunto quella maturazione tale da possedere le massime potenzialità nutrizionali. A pranzo non bisogna assolutamente evitare gli amidi (pasta e riso) ma piuttosto ridurne le quantità, preferendo prodotti integrali che permettono una maggiore introduzione di fibre che conseguenzialmente riducono l’assorbimento dei carboidrati stessi. Abbinato al primo piatto una porzione di verdura e di frutta.

Nel pomeriggio, sarebbe utile se la nostra scelta ricadesse su uno yogurt magro o su una spremuta d’arancia, molto ricca di vitamina C.

Per la cena è preferibile un pasto proteico a base di pesce piuttosto che di carne. Buono sarebbe ridurre il consumo di formaggi e salumi di cui abbiamo già fin troppo fatto abuso. Consigliata, in alternativa,  una porzione di legumi da abbinare alla verdura e ad un frutto di stagione, il tutto accompagnato da una piccola quantità di pane, meglio se integrale”.

Tra i tanti consigli per riprendere una vita sana, la dottoressa non esita ad individuare nell’attività fisica un momento fondamentale della giornata: E’ molto importante, ed è un fattore che aiuta il benessere del nostro organismo. L’ideale sarebbe, per quelli che non sono soliti praticare sport e conducono una vita sedentaria, una camminata al giorno di 30 minuti a passo sostenuto”.

In conclusione la dottoressa Marini lancia un avviso da tenere ben presente: “Per tutte le persone che hanno problemi di salute o che hanno difficoltà a riprendere un corretto regime alimentare, non bisogna assolutamente intraprendere diete fai da te che portano sicuramente ad una momentanea riduzione drastica del peso e della qualità degli alimenti basilari della perfetta alimentazione. Pertanto, sarebbe meglio contattare un valido esperto per ricevere consigli più efficaci e di sicuro molto più validi”.

Il piatto è servito, i consigli pure, occhio al peso dunque ma non solo.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

<