Nuova ondata pandemica, il “Moscati” riattiva il covid hospital

0
1095

Nuova ondata pandemica, il “Moscati” riattiva il covid hospital. È iniziato ieri pomeriggio, infatti, e si concluderà oggi il trasferimento dei pazienti positivi al virus SARS-CoV-2 dalla Città ospedaliera al Covid Hospital. Alla luce dell’incremento progressivo della domanda di ricovero che, sebbene nella provincia di Avellino risulti ancora contenuto, si sta già registrando a livello regionale contestualmente a una recrudescenza generalizzata del virus, la Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino, in linea anche con le informazioni e le indicazioni fornite dall’Unità di Crisi della Regione Campania, ha disposto la riattivazione di tre dei quattro piani dedicati ai degenti affetti da Covid-19 nell’ex Palazzina Alpi.

Il piano terra, dopo essere stato messo in sicurezza e completamente isolato dal resto della struttura, rimane occupato dal Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (Spdc) dell’Asl Avellino, temporaneamente trasferito dal Plesso ospedaliero di Solofra per consentire i necessari lavori di adeguamento del presidio.

Al Covid Hospital per il momento sono stati attivati 28 posti letto di degenza ordinaria/sub-intensiva (2 dei quali riservati ai dializzati) e 6 posti letto di terapia intensiva. In queste ore si sta provvedendo al trasferimento degli 11 pazienti Covid ricoverati nell’Unità operativa di Malattie Infettive e dei due pazienti intubati nell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione.